mercoledì, 22 Settembre 2021

Covid, parto cesareo per mamma no vax: neonato “grave prematuro”

Dopo il ricovero, l'aggravarsi delle condizioni della donna incinta, ha convinto i medici a procedere con un parto cesareo, per salvare il bambino. È accaduto a Napoli.

Da non perdere

È stata sottoposta a parto cesareo, al sesto mese di gravidanza, una giovane mamma no vax di 31 anni, ricoverata in rianimazione per Covid. Il piccolo nato è ‘grave prematuro’.

È accaduto a Napoli dove, la donna, affetta da una seria forma di Covid, e già con tre figli, è stata ricoverata il 10 agosto nel Reparto di Ostetricia e ginecologia del Policlinico della Federico II, al sesto mese di gravidanza. Il quotidiano Il Mattino racconta che né la donna, né suo marito, e neppure le famiglie d’origine sono vaccinati e risultano tutti positivi, inclusi gli altri tre figli della coppia. Tutti non vaccinati per scelta, preoccupato più delle possibili reazioni avverse che alla protezione offerta dalla vaccinazione.

Dopo il ricovero, l’aggravarsi delle condizioni della donna incinta, ha convinto i medici a procedere con un parto cesareo, per salvare il bambino. Il piccolo nato è ‘grave prematuro’; i pediatri non si esprimono sulle sue condizioni, ma affermano che il neonato ha serie difficoltà respiratorie e di alimentazione. “Un’epoca gestazionale così precoce – spiegano i sanitari – può causare esiti neonatali molto gravi. C’è un alto rischio di mortalità e disabilità a breve e a lungo termine“. Dopo il cesareo, la mamma è tornata in rianimazione.

Ultime notizie