venerdì, 24 Settembre 2021

Semestre bianco, ultimi 6 mesi del presidente Mattarella: ipotesi Draghi timori e mandato bis

Da martedì 3 agosto cominciano gli ultimi sei mesi del mandato del presidente della Repubblica. Sergio Mattarella non potrà più sciogliere le Camere e indire nuove elezioni

Da non perdere

Mancano poche ore all’inizio del semestre bianco, gli ultimi sei mesi del mandato del presidente della Repubblica. Da questo momento, Sergio Mattarella non potrà più sciogliere le Camere e indire nuove elezioni, come previsto dall’articolo 88 della Costituzione. Per la prima volta in 22 anni, il semestre bianco non si sovrappone alla naturale scadenza del Parlamento.

La mancata coincidenza alimenta il timore di veti incrociati e di un naturale tentativo di creare un nuovo governo, approfittando della situazione. Secondo gli esperti, il sostegno di cui gode il premier Mario Draghi basterebbe a tenere in piedi l’attuale esecutivo, specialmente a conclusione dell’iter per la riforma della Giustizia e la missione del Recovery plan, almeno fino a quando le Camere si riuniranno per scegliere il successore del presidente Mattarella. Tra i papabili nuovi inquilini del Quirinale ci sarebbe lo stesso Draghi, ma sono diverse le voci che vorrebbero un mandato bis del capo dello Stato.

La norma sul semestre bianco fu introdotta dai padri costituenti, i quali temevano, alla fine della buia epoca fascista, che un presidente assolutistico potesse abusare del potere di scioglimento della Camere per eleggerne altre di suo gradimento. Un principio modificato solo nel 1991 quando, per evitare il cosiddetto ingorgo istituzionale alla fine del mandato di Francesco Cossiga, all’articolo 88 venne aggiunta la frase “salvo che essi (i mesi del semestre bianco N.d.R.) coincidano in tutto o in parte con gli ultimi sei mesi della legislatura”.

Ultime notizie