giovedì, 28 Ottobre 2021

Ha dolori al petto, gli negano il ricovero: muore il giorno dopo. Medico indagato per omicidio colposo

Da non perdere

Era stato visitato 30 ore prima dell’infarto nella propria abitazione dalla guardia medica. Francesco Conte, agente della polizia municipale di 53 anni era deceduto l’otto luglio. La procura di Genova indaga su come sia stato possibile, questa mattina è stato dato l’incarico al medico legale di eseguire l’autopsia.

Il pm Walter Cotugno, ha iscritto il medico del servizio di Continuità assistenziale di Rapallo, per omicidio colposo. Il medico aveva visitato il paziente nella sua abitazione, senza disporre il ricovero in ospedale. Dopo giorni di dolori intermittenti al petto, Conte aveva deciso di chiamare la guardia medica. Conte aveva specificato al dottore che la sera precedente aveva vomitato, aveva dolori al torace e tosse, oltre alla preoccupazione per la familiarità con le malattie cardiache, visto che il padre era morto per infarto a 62 anni.

Il medico non aveva notato nulla di strano, i parametri in quel momento erano nella norma così non ha ritenuto necessario svolgere altri controlli, ma gli aveva prescritto dell’aerosol e gastroprotettori.

Ultime notizie