mercoledì, 4 Agosto 2021

Da Napoli al Nord a caccia di Rolex: 7 in carcere scatta l’ora delle manette

Caricavano su un furgone due moto con cui mettevano a segno i colpi nelle città prese di mira e poi rientravano alla base, non prima di aver nascosto le motociclette sul van.

Da non perdere

Ieri i Carabinieri di Firenze, in collaborazione con i Carabinieri di Napoli, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di 7 persone 5 in carcere, 2 agli arresti domiciliari – per il reato di rapina aggravata in concorso. Tutto disposto dal G.I.P. del Tribunale di Firenze, su richiesta della Procura della città.

L’indagine, avviata ad aprile scorso, ha consentito di acquisire importanti indizi di colpevolezza a carico degli indagati, in riferimento a due episodi di rapina di orologi Rolex per un valore di decine di migliaia di euro: il primo a Firenze il 23 aprile; il secondo a Torino, a maggio.

L’attività investigativa, l’acquisizione di filmati di videosorveglianza, corroborata anche da attività tecniche, ha fatto convergere i sospetti su un gruppo di persone – dai 24 ai 53 anni – di origine campana, dedito alle rapine di Rolex, attraverso lo stesso “modus operandi”: gli indagati, infatti, pianificando mirate trasferte giornaliere dal capoluogo campano verso località del Centro-Nord Italia e muovendosi, per lo più, a bordo di furgoni presi a noleggio, custodivano all’interno degli stessi almeno due motocicli di grossa cilindrata.

Tutti intestati a prestanome compiacenti, poi utilizzati, in un arco orario piuttosto ristretto per pedinare le vittime e, nel momento ritenuto più favorevole, rapinarle degli orologi da polso lungo la pubblica via.

Un orologio Rolex, del valore commerciale di 10mila euro, è stato recuperato; mentre alcuni dei ladri sono stati sottoposti a controllo lungo l’autostrada A1, mentre ritornavano a Napoli. Sono stati posti sotto sequestro capi di vestiario corrispondenti a quelli utilizzati da alcuni indagati in occasione dei citati eventi criminosi. Il provvedimento cautelare è stato al momento eseguito nei confronti di quattro soggetti, mentre gli altri tre sono attivamente ricercati.

Ultime notizie