domenica, 17 Ottobre 2021

In due pestati perché omosessuali, denuncia di Arcigay Milano: “Dimessi con trauma cranico e mano rotta in 4 punti”

Una coppia gay è stata aggredita mentre rincasava: trauma cranico, tumefazioni, mano rotta e mano fratturata in 4 punti. A denunciare il gravissimo episodio è Arcigay Milano.

Da non perdere

Ancora un’aggressione omofoba nel weekend durante il Pride nel Capoluogo lombardo. La denuncia arriva da Arcigay Milano, che sui social ha raccontato come sabato sera due ragazzi in bici siano stati aggrediti nel centro della città, lungo via Manzoni, mentre rientravano a casa. Uno dei due è uscito dall’ospedale con una diagnosi di “trauma cranico” oltre che volto tumefatto e l’altro con la mano rotta in più punti. Sporgeranno denuncia.

Sulla pagina di Arcigay è stata descritta la dinamica: “Un uomo, dopo averli insultati, è piombato su di loro e ha preso a pugni uno dei due, buttandolo a terra e tirandogli calci; l’altro ragazzo, cercando di difendere il fidanzato, si è rotto la mano a causa della furia dell’aggressore. Una camionetta dell’Esercito, che stazionava in piazza Scala, è intervenuta richiamata dalle grida e sul posto sono arrivate anche due Volanti della Polizia”. I ragazzi sono stati dimessi dall’ospedale, uno con un trauma cranico e la faccia tumefatta, l’altro con la mano rotta in quattro punti.

L’associazione ha poi continuato commentato l’accaduto: “È un atto gravissimo” – “l’omotransfobia va sradicata e l’azione ora necessaria è culturale, istituzionale e politica. Ritorniamo a chiedere una rapida approvazione del ddl Zan come strumento utile a migliorare la vita della nostra comunità”.

Oltre alle aggressioni, come quella subita da un barista questo weekend, durante la giornata del Milano Pride “qualcuno, approfittando della confusione, ha rubato l’intero incasso del banchetto della Libreria Antigone di Milano, libreria specializzata in femminismi e questioni LGBTQ*”, a seguito di questo gesto, Arcigay Milano ha deciso di donare 500 euro per aiutare la libreria e invita a contribuire alla raccolta fondi lanciata su produzioni dal basso. Siamo Arcistufi di scrivere di queste notizie!

 

 

Ultime notizie