martedì, 19 Ottobre 2021

Bologna, progetto “Oltre le bende”: osservare dal vivo un restauro di mummia umana

Un'iniziativa straordinaria: dal 16 giugno al 3 settembre sarà possibile osservare il restauro di una mummia umana di adulto a Bologna.

Da non perdere

Un’iniziativa straordinaria: dal 16 giugno al 3 settembre sarà possibile osservare il restauro di una mummia umana di adulto nella Sezione Egiziana del Museo Civico Archeologico di Bologna. La mummia, conservata nei depositi del museo dal 1994, appartiene alla collezione di antichità egizie, greche, etrusche e romane che l’artista Pelagio Pelagi (Bologna 1775 – Torino 1860) lasciò in eredità al Comune di Bologna.

L’intervento di conservazione è affidato ad una fra i massimi esperti nel restauro dei tessuti antichi e consulente di importanti istituzioni museali, Cinzia Oliva. Svolgerà questo importante lavoro in tre step:

  • 16-18 giugno
  • 12-16 luglio
  • 30 agosto – 3 settembre

Durante gli orari di apertura del museo, e rispettando le misure di sicurezza anti Covid-19, i visitatori potranno osservare dal vivo il progetto “Oltre le bende: storia di un antico egiziano”, volto al complesso restauro tessile di una mummia egiziana dalla storia millenaria, in parte ancora inedita.

Il trattamento conservativo avverrà per il successivo trasferimento in sicurezza della mummia, che il Museo Civico di Bologna ha concesso in prestito ai Musei Civici di Mantova per cinque anni, assieme a un gruppo di 11 bronzetti di divinità egiziane.

Dopo 27 anni, la mummia tornerà visibile al pubblico nella sede di Palazzo San Sebastiano a Mantova per arricchire e integrare la Collezione Egiziana di Giuseppe Acerbi, costituita dai reperti archeologici raccolti dall’erudito e scienziato naturalista di Castelgoffredo (1773-1846), durante il suo soggiorno in Egitto dal 1826 al 1834 quale Console Generale d’Austria.

Ultime notizie