mercoledì, 22 Settembre 2021

Napoli, auto ribaltate per rubare il catalizzatore: denunciato 21enne sequestrata refurtiva per 70mila euro

Un giovane italiano di 21 anni è stato denunciato in provincia di Napoli per furto di catalizzatori d'auto. Tali pezzi venivano venduti a prezzi altissimi e venivano stoccati in un appartamento nel comune di villa literno. Il valore complessivo del furto è 70mila euro.

Da non perdere

La Polizia Stradale di Napoli ha proceduto ieri al sequestro di ben 150 catalizzatori e alla denuncia di un giovane italiano di anni 21, nel comune di Villa Literno, in provincia di Caserta. Lo rende noto l’ufficio stampa della Questura con un comunicato arrivato in redazione.

Le disposizioni sono state emesse al termine di indagini condotte sulle numerosissime  segnalazioni di furti di catalizzatori. Sempre la stessa, la tecnica d’azione: si ribaltava il mezzo per facilitare il taglio e l’asporto del prezioso pezzo di ricambio.

I poveri malcapitati spesso erano costretti a rottamare i propri veicoli a causa degli elevati costi di riparazione. La Polizia Stradale di Napoli ha intrapreso una delicata investigazione per cercare di debellare questo assurdo fenomeno ripetuto.

Tali indagini hanno consentito di scoprire molto più di quanto ci si aspettava: il furto non consentiva solo di utilizzare il pezzo rubato nella sua forma, bensì dai catalizzatori possono essere estratti diversi materiali preziosi quali rame, zinco, rodio, platino e palladio oltre a ferro, acciaio, bronzo ed alluminio.

Alcuni di questi materiali hanno infatti un valore di molto superiore all’oro. Un grammo di Rodio è quotato circa 800 euro mentre quella del Palladio è di circa 82 euro al grammo. Gli abili ladri riuscivano a rivendere i catalizzatori a prezzi molto più alti dello stesso valore dell’auto: basti pensare che un catalizzatore di una Fiat Punto prima serie viene rivenduto anche a 400 euro.

Al termine delle indagini, gli agenti hanno individuato in un appartamento ubicato nel comune di Villa Literno un deposito dove venivano stoccati. Qui sono stati rinvenuti 150 catalizzatori, di varie marche e modelli, molti dei quali di notevole pregio economico. Il valore complessivo del furto è di 70mila euro; si cercano eventuali altri luoghi di stoccaggio della preziosissima merce rubata.

Ultime notizie