giovedì, 6 Maggio 2021

Genova, eutanasia per Davide Trentini: processo d’appello per Cappato e Welby

I due sono accusati di aiuto al suicidio, offerto al 53enne Davide Trentini, malato di sclerosi multipla dal 1993 e deceduto in una clinica in Svizzera, a Basilea, il 13 aprile 2017 con suicidio assistito.

Da non perdere

È iniziato oggi, 28 aprile, il processo d’appello a Genova per Marco Cappato e Mina Welby. I due sono accusati di aiuto al suicidio, offerto al 53enne Davide Trentini, malato di sclerosi multipla dal 1993 e deceduto in una clinica in Svizzera, a Basilea, il 13 aprile 2017 con suicidio assistito.

Il giorno dopo la morte di Trentini, Mina Welby, che gli era stata a fianco e d’aiuto nel viaggio per la Svizzera, e Marco Cappato, che era riuscito a raccogliere attraverso l’associazione Soccorso Civile Sos Eutanasia i fondi mancanti per pagare la clinica svizzera, si sono presentati presso la stazione dei Carabinieri di Massa per autodenunciarsi. 

In primo grado a Massa, nel luglio scorso, Cappato e Welby, furono assolti, dopo che il Pm Marco Mansi aveva chiesto i minimi di legge, 3 anni e 4 mesi. 

La procura fece poi ricorso all’assoluzione. In aula oggi sono presenti Cappato e Welby, mentre fuori dal Tribunale si sta svolgendo un presidio di Possibile, +Europa, Volt, i Radicali e l’associazione Coscioni.

Ultim'ora