martedì, 11 Maggio 2021

Ruby Ter, processo sospeso: Berlusconi è ancora in ospedale

Il Pm Luca Gaglio vista la "patologia accertata" si è detto favorevole al rinvio di oggi, mostrando però "perplessità" nel fissare un'udienza con ampia distanza".

Da non perdere

Il processo milanese Ruby ter che vede imputato Silvio Berlusconi è sospeso fino alle dimissioni dall’ospedale dell’ex premier, ricoverato al San Raffaele dallo scorso 6 aprile. Lo hanno stabilito i giudici.  

La decisione della corte, presieduta dal presidente Marco Tremolada, arriva dopo la produzione documentale fornita dalla difesa che ha presentato in aula, tramite l’avvocato Federico Cecconi, “un’istanza formale di legittimo impedimento”, dato che le condizioni di salute sono tali da “imporre un impedimento visto il ricovero”. 

Sospesi anche i termini della prescrizione. Il legale del leader di Fratelli d’’Italia, aggiunge: “è ancora ospedalizzato. Credo che a nessuno di noi possa far piacere essere ricoverato da tre settimane, anche per gli strascichi del Covid”. 

In aula la difesa, che ha chiesto un rinvio di “due, tre mesi”, ha presentato “un’ulteriore relazione” sullo stato di salute dicendosi disposta a “ulteriori accertamenti disposti dal tribunale” al termine del ricovero. Il Pm Luca Gaglio vista la “patologia accertata” si è detto favorevole al rinvio di oggi, mostrando però “perplessità” nel fissare un’udienza con ampia distanza, chiedendo che si celebri la prossima udienza in calendario il 19 maggio quando dovrà testimoniare Giuseppe Spinelli, il ragioniere di Berlusconi. 

 I giudici potrebbero chiedere “l’espletamento di una perizia” nel momento in cui, una volta dimesso, saranno segnalate dalla difesa ancora condizioni di salute non buone. La prossima udienza si terrà quindi il 19 maggio sempre se Berlusconi, imputato per corruzione in atti giudiziari, non sarà ancora in ospedale. 

Ultim'ora