domenica, 19 Settembre 2021

Genova, progetto per pronosticare l’andamento della pandemia: 14 giorni di anticipo

Un progetto della regione Liguria per giocare di anticipo sulla situazione epidemiologica dovuta al Covid.

Da non perdere

Per pronosticare l’andamento della pandemia Covid con due settimane di anticipo rispetto ai tamponi, in Liguria è stato presentato un progetto che prevede un monitoraggio in tempo reale delle acque reflue in 27 impianti di depurazione. Il metodo è stato validato dall’Iss e adottato a livello nazionale.

Il progetto è stato esplicitato dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, dal rettore dell’Università di Genova, Federico Delfino, e dal direttore generale di Arpal, Carlo Emanuele Pepe, insieme al commissario straordinario dell’Agenzia ligure per la sanità (Alisa), Francesco Quaglia.

I primi campionamenti sono nati a partire da luglio 2020, hanno trattato sia acque reflue congelate sia non, individuando concentrazioni della presenza del virus fino a 1.000-2.000 copie genomiche per litro.

Il progetto consente di rilevare l’andamento territoriale del contagio con 14 giorni di anticipo rispetto al tracciamento tradizionale, effettuato con l’uso dei tamponi. E’ possiamo tenere sotto controllo l’andamento della pandemia anche in aree molto piccole come le località turistiche e quindi assumere decisioni tempestive e mirate.

Ultime notizie