martedì, 18 Maggio 2021

Covid Lombardia, ok ai tamponi salivari: svolta per le riaperture scolastiche

I tamponi salivari come svolta per le riaperture scolastiche, la Regione Lombardia riceve l'okay dal Ministero.

Da non perdere

Per salvaguardare il rientro a scuola di migliaia di studenti, la Regione Lombardia si attrezza con i tamponi salivari quale strumento di screening. L’assessore Moratti in una lettera al Ministero della Salute, ha chiesto l’ufficialità circa l’utilizzo del tampone salivare molecolare su tutto il territorio regionale. Ed è tutto okay.

Nel Comune di Bollate, infatti, il rientro in sicurezza di tutti gli alunni delle scuole elementari, medie e superiori si è prospettato già a partire dallo scorso marzo grazie al doppio test, il sierologico pungidito e il “salivare molecolare”.

La minore invasività del tampone, a detta del direttore generale del Welfare lombardo, Giovanni Pavesi, potrà essere molto utile nelle prossime settimane caratterizzate dal rientro a scuola. Inoltre, l’affidabilità del test salivare antigenico è pari all’80%, a differenza del semplice controllo della temperatura corporea che in alcuni casi può risultare limitante.

I tamponi salivari potrebbero quindi davvero essere la svolta per le riaperture scolastiche. Un’occasione accolta positivamente anche dalla vice-presidente della Commissione Sanità, Simona Tironi che ha spiegato: ”Con la riapertura delle scuole e la prospettiva della ripartenza di attività commerciali e produttive sarà fondamentale mettere in campo strumenti diagnostici efficaci e sostenibili da affiancare alla vaccinazione.”

Da uno studio sull’International Federation of Clinical Chemistry and Laboratory Medicine, il tampone salivare, unito ad un idoneo sistema di contact-tracing, permetterà un più rigido tracciamento dei contatti per studenti che frequentano lo stesso ambiente di studio. In questo modo sarà possibile ldeterminare repentinamente eventuali positivi e impedire la formazione di focolai, al fine di un ritorno alla normalità del tutto in sicurezza.

Ultim'ora