sabato, 15 Maggio 2021

Perugia, addestrava cani con scariche elettriche: denunciato 70enne

L'uomo è stato denunciato dai Carabinieri perché ritenuto responsabile del reato di detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di grandi sofferenze.

Da non perdere

Denunciato cacciatore sorpreso in flagrante. Faceva indossare ai propri segugi collari elettrici durante l’attività di caccia

Un 70 enne di Campello sul Clitunno, in provincia di Perugia, è stato denunciato dai Carabinieri perché ritenuto responsabile del reato di detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di grandi sofferenze. L’uomo è stato colto in flagranza di reato mentre era in battuta di caccia tra le montagne di Campello sul Clitunno e Cerreto di Spoleto con appeso al collo il telecomando per attivare la scarica elettrica sui collari indossati dai cani.

Immediata la perquisizione nell’abitazione del cacciatore, dove sono stati ritrovati e sequestrati 14 radiocollari, alcuni non funzionanti.

Nel frattempo, gli animali sono stati affidati ai Servizi Veterinari Locali per accertamenti riguardo eventuali conseguenze fisiche e comportamentali causate dalle scariche elettriche e al Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia per controlli in materia di medicina comportamentale e di benessere dell’animale.

Il cacciatore adesso rischia l’arresto fino a un anno o un’ammenda che può raggiungere i 10mila euro, dato che l’uso di collari a impulsi elettrici viola la Convenzione Europea per la protezione degli animali da compagnia, vietando categoricamente l’addestramento con metodi che arrecano dolore e sofferenze agli animali.

Ultim'ora