mercoledì, 17 Luglio 2024

Guerra in Ucraina, Russia: “Distrutti droni di Kiev su Mosca”. Odessa sotto attacco: colpita la Cattedrale della Trasfigurazione

Le ultime notizie comunicano che l’Ucraina ha rivendicato gli attacchi a Mosca e in Crimea, dichiarando che non cesseranno e aumenteranno di portata. I media di Kiev hanno denunciato anche la distruzione della Cattedrale ortodossa della Trasfigurazione, ma Mosca ha negato con fermezza di essere responsabile dell’accaduto.

Da non perdere

L’agenzia di stampa russa Tass ha segnalato la presenza di droni ucraini sulla città di Mosca alle prime luci dell’alba di oggi, 24 luglio. In totale sarebbero tre i droni abbattuti sul territorio della capitale, due velivoli e un elicottero, tutti senza pilota, secondo i media della Federazione senza danni né feriti. Le agenzie di stampa moscovite Tass e Rai Novosti riportano che un drone avrebbe colpito un grattacielo sulla via Likhacheva, vicino a uno dei principali anelli autostradali di Mosca, un altro sarebbe caduto nei pressi del Ministero della Difesa, l’ultimo nella zona del cimitero centrale.

Il sindaco della capitale russa, Sergey Sobyanin, sul suo canale Telegram scrive: “Attacchi di droni su due edifici non residenziali sono stati registrati intorno alle 4 di oggi, senza causare gravi danni o vittime. Tutti i servizi di emergenza stanno lavorando sul posto”. Il Ministero parla immediatamente di “attacco terroristico sventato”.

La Tass riporta anche un attacco di droni ucraini in Crimea, dove il governatore Sergei Aksenov rende noto su Telegram che sarebbero stati neutralizzati 11 droni di Kiev. Il raid ucraino in quest’area avrebbe colpito un deposito di munizioni, rendendo necessaria l’evacuazione dei cittadini nell’arco di 5 chilometri e l’interruzione del traffico ferroviario e autostradale.

Il Ministero della Difesa russo ha affermato che ”durante la notte del 24 luglio è stato sventato un tentativo, da parte del regime di Kiev, di effettuare un attacco terroristico con 17 velivoli senza pilota contro oggetti nel territorio della penisola di Crimea”. “Quattordici droni ucraini sono stati soppressi dalla guerra elettronica – si legge nella nota -, di cui undici droni si sono schiantati nel Mar Nero e altri tre sono caduti sul territorio della penisola. Inoltre, tre droni sono stati distrutti dai sistemi di difesa aerea. Non ci sono vittime a seguito dello sventato attacco terroristico”.

Intanto a Odessa alcuni droni del Cremlino Shaded-136 sarebbero stati diretti contro un’infrastruttura portuale nella regione meridionale, distruggendo un capannone di grano. L’esercito di Kiev su Facebook aggiunge che sarebbero stati danneggiati anche alcuni serbatoi di stoccaggio per altre tipologie di materiale.

L’intelligence britannica, citando il senatore russo Artem Sheikin, riporta come l’utilizzo dei droni da combattimento entrerà a far parte della formazione dei bambini russi, nell’ambito di un corso di Basics of Life Safety. Questo mette in luce come la Russia reputi l’uso dei droni una “componente duratura della guerra contemporanea”.

Le ultime notizie comunicano che l’Ucraina ha rivendicato gli attacchi a Mosca e in Crimea, dichiarando che non cesseranno e aumenteranno di portata. I media di Kiev denunciano anche la distruzione della Cattedrale ortodossa della Trasfigurazione, ma Mosca nega con fermezza di essere responsabile dell’accaduto.

Ultime notizie