venerdì, 21 Giugno 2024

Messina Denaro, arrestata Laura Bonafede amante del boss: indagata anche la figlia

I Carabinieri del Ros hanno arrestato la maestra Laura Bonafede che, stando alle indagini, sarebbe stata amante e complice di Matteo Messina Denaro dal 1997. La donna è accusata di favoreggiamento e procurata inosservanza di pena, aggravati dall'aver agevolato Cosa nostra.

Da non perdere

La maestra d’asilo, Laura Bonafede, figlia dello storico boss mafioso Leonardo Bonafede, è stata arrestata dai Carabinieri del Ros con l’accusa di favoreggiamento e procurata inosservanza di pena, aggravati dall’aver agevolato Cosa nostra. Stando alle indagini, la donna sembrerebbe fosse amante e complice di Matteo Messina Denaro, a partire dal 97′; il 14 gennaio, due giorni prima dell’arresto di lui, sono stati immortalati insieme al supermercato di Campobello.

Secondo gli inquirenti, Bonafede avrebbe provveduto alle necessità di Messina Denaro, durante l’intero periodo di latitanza, ma non è la sola della famiglia ad essergli stata legata. Il cugino Andrea Bonafede è colui che avrebbe venduto la sua carta di identità al mafioso, in cambio di una degna somma e di protezione.

Indagata anche la figlia di lei, Martina Gentile, ritenuta una delle principali fiancheggiatrici di Denaro, inizialmente destinata agli arresti domiciliari, istanza che il Gip ha rifiutato. A sostegno di ciò, vi è l’assenza di prove certe di un legame criminale, ma solo di un forte legame affettivo. Secondo le dichiarazioni della Bonafede, il rapporto fra lei e Messina Denaro sarebbe stato instabile per anni: si sarebbero frequentati dalla fine degli anni 90′ all’inizio degli anni 2000, poi, dal 2007 al 2017 ed avrebberp ripreso la frequentazione negli ultimi anni, fino all’arresto di lui.

Ultime notizie