giovedì, 20 Giugno 2024

Meteo, breve tregua dal maltempo: da Nord a Sud cielo sereno o poco nuvoloso. Martedì torna la pioggia

L’intensa perturbazione che ha colpito il nostro territorio, specialmente il Centro-Sud, si muoverà gradualmente verso il Nord Africa per almeno 24 ore, prima di tornare a farci visita. Tra martedì 29 e mercoledì 30 novembre, previsto l’ingresso di una nuova perturbazione che riporterà le piogge sull’Italia.

Da non perdere

Dopo un weekend trascorso all’insegna del freddo e del maltempo su gran parte della Penisola, a partire da oggi, lunedì 28 novembre, ci sarà una breve tregua dal cattivo tempo, almeno fino alla giornata di martedì 29 novembre. L’intensa perturbazione che ha colpito il nostro territorio, specialmente il Centro-Sud, si muoverà gradualmente verso il Nord Africa per almeno 24 ore, prima di tornare a farci visita. Tra martedì 29 e mercoledì 30 novembre, previsto l’ingresso di una nuova perturbazione che riporterà le piogge sull’Italia: deboli e isolate al Nord, più diffuse e intense al Sud e nelle Isole. Anche in questa occasione, la perturbazione sarà accompagnata da un vortice di bassa pressione responsabile di un importante rinforzo dei venti, oltre all’ingresso di aria più fredda sulle regioni del Nord. Qui, il clima diventerà di stampo quasi invernale. Al momento, l’evoluzione successiva resta incerta.

Previsioni per lunedì 28 novembre

Al Nord, cielo parzialmente nuvoloso, specie entro sera, con qualche piovasco tra Liguria ed Emilia; possibile nevischio sulle Alpi. Temperature in calo, massime registrate tra 7 e 12. Al Centro, cielo sereno o parzialmente nuvoloso ma con nubi in aumento già a partire dal pomeriggio. Non esclusi possibili piovaschi in serata sul Viterbese. Temperature in calo, massime registrate tra 10 e 15 gradi. Al Sud, cielo parzialmente nuvoloso, con possibili rovesci tra Sardegna, Sicilia e bassa Calabria; ampie schiarite altrove. Temperature in lieve calo, massime registrate tra 11 e 18 gradi. Mosso l’Adriatico meridionale, lo Jonio, il Canale di Sicilia e il Canale di Sardegna; poco mossi gli altri bacini.

Ultime notizie