mercoledì, 7 Dicembre 2022

Guerra in Ucraina, esplosione a Kiev causa 6 morti e 3 feriti. Anche Europa approva risoluzione contro la Russia: “Promotrice di terrorismo”

Nella giornata di ieri i russi hanno attaccato un convoglio umanitario diretto a Zaporizhzhia. Secondo quanto riferito da Unian, la Turchia ha consegnato a Kiev il sistema di lanciarazzi multipli. A causa dei danni alle strutture energetiche dell'Ucraina, secondo il sindaco della capitale il paese dovrà affrontare un inverno peggiore di quello della seconda guerra mondiale.

Da non perdere

Oltre al bombardamento che ha colpito un ospedale pediatrico a Vilniansk e ucciso un neonato, le Forze Armate russe hanno attaccato anche un convoglio umanitario a Zaporizhzhia. Secondo quanto riferisce il Servizio statale di emergenza ucraino, i soldati di Mosca hanno aperto il fuoco contro un gruppo di auto che si muovevano su una strada piena di fango: “Ieri nel villaggio di Kamyanske gli occupanti hanno aperto il fuoco contro un convoglio di auto civili, che i soccorritori stavano trainando dalla strada bloccata per il maltempo e consentirgli di continuare a muoversi verso il centro regionale. Durante il bombardamento, i soccorritori ucraini sono riusciti a evacuare e salvare 49 persone, tra cui 11 bambini, il più piccolo di due mesi”. Al termine del bombardamento, tutte le auto sono ripartite.

Allerta aerea in tutta l’Ucraina, esplosioni a Kiev

Questa mattina si è attivata l’allerta aerea in tutto il Paese, specialmente nelle regioni meridionali, orientali e in alcune zone centrali ucraine. A riferirlo è il capo dell’amministrazione militare regionale di Mykolaiv, Vitaly Kim, che ha reso noto di come almeno cinque bombardieri russi Tu-95 siano decollati da una base nei pressi di Mariupol con obbiettivo Odessa, Kherson e Mikolaiv. Il sindaco di Kiev, Vitaly Klichko, ha invece affermato che i russi hanno bombardato la capitale colpendo le infrastrutture energetiche del paese già danneggiate, con la città rimasta al buio, causando 6 morti e 3 feriti. Il Kyiv Independent invece, riporta che la città di Bucha è vittima di un raid missilistico.

Turchia consegna lanciarazzi multipli a Zelensky

L’agenzia di stampa ucraina Unian, questa mattina ha pubblicato un video su Telegram in cui mostra il “Primo utilizzo del Mrs turco”. Secondo l’agenzia, la Turchia avrebbe consegnato i sistemi di lanciarazzi multipli TLRG-230, dichiarando però di non essere ancora a conoscenza delle quantità arrivate nel paese

L’Europa definisce Mosca promotrice di terrorismo

Dopo la risoluzione della NATO di lunedì 21 novembre che ha dichiarato la Russia come uno Stato terrorista, quest’oggi anche il Parlamento Europeo ha approvato la stessa decisione definendo il Paese guidato da Putin come promotrice di terrorismo. La risoluzione è stata accolta con 494 voti favorevoli, 58 contrari e 44 astensioni. Tra i voti contrari ci sono quelli di 4 italiani: Francesca Donato, indipendente, e i 3 di Socialisti & Democratici Pietro Bartolo, Andrea Cozzolino e Massimiliano Smeriglio. Tra gli astenuti invece, è presente l’intera delegazione del M5S. Il Presidente dell’Ucraina Zelensky invece ha accolto in maniera favorevole la decisione dell’Europa, commentando la vicenda attraverso un post su Twitter: “Accolgo con favore la decisione del Parlamento europeo di riconoscere la Russia come Stato sponsor del terrorismo e come Stato che utilizza metodi terroristici, deve essere isolata a tutti i livelli e ritenuta responsabile per porre fine alla sua politica terroristica di lunga data in Ucraina e in tutto il mondo”. La risposta russa non è tardata ad arrivare, infatti subito dopo la risoluzione la vice ministro degli Esteri Maria Zakharov, ha pubblicato un post su Telegram in cui afferma: “Propongo di riconoscere il Parlamento Europeo come sponsor dell’idiozia” 

Kiev potrebbe affrontare inverno peggiore dalla Seconda Guerra Mondiale

Il sindaco della capitale ucraina Vitaliy Klitschko, durante una intervista al quotidiano tedesco Bild, ha dichiarato che il paese potrebbe dover affrontare un inverno peggiore di quello della seconda guerra mondiale. Il primo cittadino ucraino è convinto che tutti quanti debbano prepararsi a interruzioni di corrente e basse temperature nello scenario migliore, ma se le cose dovessero peggiorare potrebbe essere necessario evacuare la città. “Putin vuole terrorizzare le persone, costringendole a congelare senza luce, facendo in questo modo pressione su Zelensky” ha dichiarato il sindaco.

Ultime notizie