lunedì, 20 Maggio 2024

Missili russi caduti in Polonia, Usa: “Potrebbe essere un S-300 proveniente da Kiev”. Mosca: “Occidente si avvicina alla guerra mondiale”

Secondo Joe Biden il missile caduto in Polonia potrebbe essere un razzo antiaereo S-300 proveniente dall'Ucraina. Varsavia continua a pensare che si tratti di un missile "con ogni probabilità" di fabbricazione russa, pur non disponendo di "prove conclusive". Convocato per oggi, 16 novembre, vertice d'emergenza Nato a Bali.

Da non perdere

Nella serata di ieri, 15 novembre, un missile è caduto su una fattoria in Polonia, lungo il confine con l’Ucraina, provocando 2 morti. L’episodio ha scosso non poco le potenze mondiali che stanno cercando di capire se sia effettivamente un attacco di matrice russa e sia partito dal territorio della Federazione. Dopo le prime dichiarazioni di sconcerto arrivate in serata da parte del presidente polacco Andrzej Duda e di tutti i leader Nato per un raid che si era pensato potesse essere la miccia pronta a far esplodere una guerra mondiale, oggi, 16 novembre, pare che la situazione sia sotto controllo e che tra le ipotesi più accreditate ci sia quella dell’errore tecnico.

Biden: “Improbabile che il razzo sia stato lanciato dalla Russia”

Secondo il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, il missile caduto in Polonia potrebbe essere un razzo antiaereo S-300 proveniente dall’Ucraina; lo ha reso noto il leader americano ai suoi omologhi del G7, a margine di vertice del G20 che si sta tenendo a Bali. Il presidente Usa ha fatto sapere alla stampa che le informazioni preliminari mostravano già quanto fosse “improbabile” che il razzo fosse stato lanciato dal territorio russo. Mosca nega assolutamente ogni responsabilità sia in merito al lancio che alla matrice del razzo, affermando invece che potrebbe essere una mossa di Kiev per provocare una risposta della Nato contro la Federazione, cercando di aizzare lo scontro. “Lanciando una guerra ibrida contro la Russia, l’Occidente si avvicina alla guerra mondiale“, ha scritto su Twitter l’ex presidente russo e vice presidente del Consiglio di sicurezza, Dmitry Medvedev.

Convocato per oggi vertice d’emergenza Nato a Bali

Varsavia ha confermato che il missile piovuto è “con ogni probabilità” di fabbricazione russa, pur non disponendo di “prove conclusive” per stabilire da dove sia effettivamente partito il lancio. Duda lo ha definito episodio “isolato”, in quanto “non ci sono indicazioni” sulla possibilità che una situazione simile si verifichi ancora. Il leader polacco ha ricevuto messaggi da tutti i Paesi dell’Alleanza, primo tra tutti da Biden che ha espresso “profonde condoglianze per la perdita di vite umane nell’est della Polonia”, offrendo “il pieno sostegno ed aiuto degli Stati Uniti per l’indagine polacca” sui missili caduti sul suo territorio. Lo ha comunicato l’ufficio stampa della Casa Bianca. “Riaffermiamo il ferreo impegno degli Usa per la Nato“, ha affermato Biden. Intanto sia la Cina che la Turchia invitano tutte le parti alla calma. Dopo quanto accaduto ieri la Polonia si è appellata all’articolo 4 dell’Alleanza Atlantica e ha chiesto un vertice d’emergenza della Nato che si terrà oggi, 16 novembre, a Bali, presieduto dal generale Jens Stoltenberg.

Ultime notizie