martedì, 5 Marzo 2024

Bimba morta a Milano, Diana morta due giorni prima del ritrovamento: attesa per l’esito dell’autopsia

Secondo le informazioni trapelate, il decesso sarebbe avvenuto tra uno e due giorni prima del rientro della madre. Qualche settimana fa sono emersi dettagli inquietanti nelle chat tra la madre, in carcere a San Vittore, e il compagno bergamasco, nelle quali lui scriveva: "Voglio baciare anche Diana".

Da non perdere

Nuovi sviluppi arrivano questa mattina, 11 novembre, sul caso di Diana Pifferi, la bambina di 1 anno e mezzo morta di stenti a Milano dopo essere stata lasciata da sola in casa dalla madre, Alessia Pifferi, il 14 luglio scorso. Dalle informazioni trapelate, la bimba potrebbe essere morta tra 24 e 48 ore prima del rientro della madre, che sarebbe tornata a Milano un giorno prima del decesso senza controllare lo stato della figlia. In ogni caso, l’esito finale dell’autopsia è fissato per i prossimi giorni e potrà collocare con più precisione il momento del decesso.

Qualche settimana fa sono emersi dettagli inquietanti nelle chat tra la madre,in carcere a San Vittore, e il compagno bergamasco, nelle quali lui scriveva: “Voglio baciare anche Diana“, e la donna rispondeva: “Lo farai“. A seguito dei primi risultati, sul corpo della piccola Diana sarebbero state trovate tracce di ansiolitici nei capelli, nonché una scatola di benzodiazepine accanto al biberon, motivo per il quale i vicini non l’avrebbero sentita piangere.

Ultime notizie