domenica, 3 Marzo 2024

Chiude il cane in auto e va cena, 2 ore dopo trova Carabinieri: denunciata per abbandono. Animale agonizzante salvato dai militari

Il cane sofferente salvato dai Carabinieri attirati dai vetri dell'auto completamente appannati. I militari hanno allertato tanto i Vigili del Fuoco per l’apertura della macchina e il servizio veterinario dell’Asl per verificare le condizioni di salute dell’animale.

Da non perdere

Nella serata di ieri, 10 novembre, a Firenze, dei Carabinieri di passaggio hanno notato e prontamente soccorso un cane trovato chiuso in un’auto. Al ritorno della proprietaria dopo circa due ore, la donna, andate a cena in un locale vicino, è stata deferita per “abbandono di animali”. Una macchina con i vetri completamente appannati in orario serale lungo Viale Petrarca ha destato l’attenzione dei Carabinieri che, avvicinatisi, si sono accorti della presenza di un cane che, apparentemente sofferente, giaceva sul sedile posteriore non disponendo neppure dell’apertura dei finestrini, atta a garantirgli un minimo di aerazione. I militari hanno allertato tanto i Vigili del Fuoco per l’apertura dell’auto e il servizio veterinario dell’Asl per verificare le condizioni di salute dell’animale e di prestargli le eventuali cure del caso. Solo 1 ora dopo l’arrivo dei Carabinieri è tornata la proprietaria dell’animale che, dopo essersi giustificata sommariamente, è stata denunciata in stato di libertà per “abbandono di animali”, del quale dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria del capoluogo. Verificate le condizioni di salute dell’animale, quest’ultimo è stato riaffidato alla donna.

Ultime notizie