giovedì, 25 Luglio 2024

Bimba morta di stenti a Milano, ansiolitici nel corpo della piccola Diana: perizia completa al Pm la prossima settimana

Secondo quanto emerge dalle prime analisi dei medici legali Diana, la bimba abbandonata dalla madre per una settimana nel suo appartamento a Milano, ha assunto degli ansiolitici prima di morire. Non è ancora chiaro in che quantità e quando avrebbe assunto la sostanza, poiché la relazione completa dell'autopsia verrà consegnata al PM la prossima settimana.

Da non perdere

Diana, la bimba morta di stenti a Milano lo scorso 20 luglio, ha assunto alcune gocce di ansiolitico prima di essere ritrovata senza vita, dopo che la madre l’ha abbandonata per una settimana all’interno del suo appartamento. Questo è quanto emerge dalle prime informazioni condivise, oggi 20 ottobre, sugli esami preliminari che hanno svolto; i medici legali dalle prime analisi del sangue sembrava che la sostanza, delle benzodiazepine, fosse stata diluita all’interno del biberon, ma gli accertamenti svolti sui capelli della piccola dimostrano il contrario; i risultati di questi esami permetteranno anche di stabilire quanto e in che data abbia assunti gli ansiolitici.

Tutti i dettagli dell’autopsia saranno scritti all’interno della relazione che i medici consegneranno al PM di Milano Francesco De Tommasi, la prossima settimana. La scoperta di questo nuovo elemento nella vicenda della bimba aggrava ancora di più la posizione della madre, che ha sempre negato di aver dato farmaci alla figlia e chesi è sempre dimostrata consapevole, orientata e adeguata, nonché in grado di iniziare un percorso” secondo quanto scritto dal Gip nel provvedimento di rifiuto della seconda richiesta di perizia psichiatrica avanzata dal legale di Alessia Pifferi.

Ultime notizie