lunedì, 27 Maggio 2024

Midterm 2022, Democratici smentiscono i sondaggi: in Pennsylvania vince Fetterman. Florida e Ohio “a Trump”

Una sola parola riassume i risultati di Senato e Camera alle elezioni di medio termine: sorpresa. I sondaggi avevano previsto una schiacciante vittoria per il partito repubblicano, ma fin'ora, la maggioranza alla Camera ha disatteso le aspettative e i democratici potrebbero addirittura mantenere la maggioranza al Senato.

Da non perdere

Nella notte italiana tra martedì 8 e mercoledì 9 novembre, oltreoceano sono arrivati i primi risultati delle elezioni di medio termine. L’esito più importante arriva dal seggio del Senato in ballo nello stato della Pennsylvania dove il luogotenente governatore democratico John Fetterman ha dichiarato la vittoria sul trumpista, il dottore televisivo Dr. Mehmet Oz. Finora i repubblicani non sono riusciti a ottenere una maggioranza schiacciante alla Camera dei Rappresentanti e a sollevare un’ondata elettorale anticipata a metà del mandato del presidente Biden.

La storia ha dimostrato che il partito del presidente di solito subisce una sconfitta nelle prime elezioni di medio termine. Ma mentre i conteggi delle votazioni finali vengono finalizzati in tutto il Paese, i repubblicani stanno a malapena mostrando un vantaggio nelle gare alla Camera e nella competizione per il controllo del Senato. La vittoria di Fetterman è stata di fondamentale importanza per i democratici, adesso più sicuri di mantenere un controllo alla Camera. In un momento in cui l’inflazione continua a salire, il mercato azionario è sceso e l’apprezzamento sul lavoro di Joe Biden si aggira sul 40% scarso, ci si aspettava una vittoria più convincente da parte del Grand Old Party.

Cosa è successo negli altri stati

Tuttavia, il GOP ha ottenuto grandi risultati in Florida, con il governatore Ron DeSantis che ha vinto la rielezione con un enorme margine, segno che l’elettorato del Sunshine State è ormai una roccaforte per i repubblicani, una notazione che risulterà importante per la mappa elettorale nelle elezioni presidenziali del 2024. Ma al di là di questa vittoria, il GOP ha faticato enormemente nel resto degli Stati. La rappresentante democratica Abigail Spanberger ha tenuto il suo seggio nella periferia settentrionale della Virginia di Washington, DC, un distretto che è stato sempre analizzato come termometro di un’ondata repubblicana.

Situazione Camera e Senato (fonte: AP e Time)

Spostandoci sul Senato, molto dipenderà da come i Democratici possano tenere la maggioranza, in caso contrario i repubblicani potrebbero tenere in stallo il Congresso bloccando il presidente Joe Biden anche con azioni legali. In Ohio, il candidato al Senato scelto da Trump, J.D. Vance, ha sconfitto il rappresentante democratico Tim Ryan. Ma la scelta dell’ex presidente in Pennsylvania, Oz, non ha potuto resistere all’accusa di essere “uno sbandieratore di tappeti” del New Jersey. La performance altalenante dei trumpisti potrebbe danneggiare il piano di Trump per giocarsi la sfida alla Casa Bianca nel 2024. Durante una manifestazione elettorale in Ohio lunedì sera, il leader dei repubblicani ha parlato di “annuncio importantissimo” che darà nel suo club privato in Florida il 15 novembre prossimo.

La democrazia, il trauma di Capitol Hill e lo sguardo al 2024

Ogni elezione aiuta a mantenere vivo il meccanismo di una democrazia, ma queste midterm, in un momento così critico negli Stati Uniti, porta con sé un sacco di interrogativi. La posta in gioco non è solo l’equilibrio di potere al Congresso e nelle capitali degli Stati, né solo le conseguenze per l’economia, il clima, la salute delle donne, il divario di ricchezza e le altre priorità per la popolazione Stars & Stripes. In gioco ci sono anche i meccanismi delle elezioni, come le persone comunicano la loro volontà e il precedente di Capitol Hill, in questa dinamica, continua a pesare.

I candidati repubblicani che hanno negato la sconfitta di Trump contro Biden nel 2020 accetteranno i risultati di questa tornata elettorale in caso di sconfitta? Perché due anni di smentite infondate da parte del presidente sconfitto nel 2020 hanno aperto le porte a una serie di candidati che hanno mostrato riluttanza ad accettare i conteggi dei voti. Se i membri del GOP dovessero ottenere la maggioranza al Congresso, ciò porterebbe a più indagini sull’amministrazione di Biden e sulla sua famiglia. Ma una performance in sordina dei repubblicani potrebbe rafforzare le argomentazioni di Biden per la rielezione e come il suo nome sia il migliore possibile per i democratici di battere una seconda volta la potenziale ricandidatura di Trump.

Ultime notizie