giovedì, 9 Febbraio 2023

Battaglia navale sul confine marittimo tra Pyongyang e Seul: colpi di avvertimento contro nave nordcoreana

Una nave mercantile nordcoreana ha attraversato il confine marittimo conteso, spingendo Seul a sparare colpi di avvertimento, secondo quanto riferito proprio dalla marina sudcoreana. Oggi, lunedì 24 ottobre, previsti a Tokyo una serie di colloqui tra Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud.

Da non perdere

Alle prime luci dell’alba di oggi, lunedì 24 ottobre, l’esercito sudcoreano ha sparato alcuni colpi di avvertimento contro una nave nordcoreana, sostenendo che l’imbarcazione aveva di fatto attraversato il confine marittimo conteso. Pronta la risposta da parte delle forze di Pyongyang che ha reagito al fuoco di avvertimento. Secondo l’agenzia di stampa Yonhap, una nave mercantile nordcoreana ha attraversato quella che è conosciuta come la Northern Limit Line alle 3:42 ma si è ritirata verso nord dopo che la marina di Seul ha iniziato a sparare.

Pyongyang punta il dito su Seul

L’esercito popolare coreano di Pyongyang (KPA) ha affermato che una nave militare sudcoreana aveva “invaso” il confine de facto da 2,5 a 5 chilometri. Il KPA ha quindi poi deciso di sparare 10 colpi di avvertimento a sua volta dalla costa occidentale del paese. “Un’unità di difesa costiera sul fronte occidentale ha preso una contromisura iniziale per espellere la nave da guerra nemica sparando 10 proiettili con i lanciarazzi. Nelle acque territoriali è stato rilevato il movimento navale nemico, alle 5:15“. Inoltre, secondo l’esercito i colpi sparati “sono un grave avvertimento ai nemici che hanno fatto intrusione navale sulla scia di altre provocazioni“.

Sulla linea del confine

Il confine marittimo è considerato un punto critico ed è stato nel corso degli anni il luogo di numerosi scontri tra le due Coree. La tensione è aumentata vertiginosamente nelle ultime settimane, con il Nord che ha condotto diversi lanci di missili e sbarramenti di artiglieria che hanno provocato la Corea del Sud e il Giappone e preoccupato i loro alleati occidentali, Stati Uniti in primis. Pyongyang ha recentemente intensificato le sue esercitazioni militari da quando Seoul e Washington hanno segnalato che il leader nordcoreano, Kim Jong-un, è vicino a condurre quello che sarebbe il settimo test nucleare del suo Paese.

Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud uniti

Sempre oggi, il vice segretario di stato americano Wendy Sherman terrà una serie di colloqui con gli alleati Giappone e Corea del Sud a Tokyo. Un modo da parte dei tre alleati di dimostrare unità dopo la sfilza di test missilistici della Corea del Nord. Intanto, Pyongyang continua a descrivere il lancio di missili come “esercitazioni nucleari tattiche“.

Ultime notizie