giovedì, 8 Dicembre 2022

Matrimonio di comodo e all’immigrazione clandestina, 18 arresti: per ogni unione fino a 6500 euro

I cittadini italiani percepivano, in cambio della loro disponibilità all'unione matrimoniale, un compenso economico mentre extracomunitari ai quali venivano richiesti fra 5mila e 6500mila euro in contanti.

Da non perdere

Questa mattina, nelle province di Caserta, Bergamo, Napoli e Milano a seguito di un articolata attività d’indagine, eseguita dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli i Carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 18 persone. Gli indiziati sono accusati di associazione al favoreggiamento all’immigrazione clandestina in Italia. Cinque persone sono state arrestate, per 11 sono stati disposti agli arresti domiciliari mentre per altri due indagati è scattato l’obbligo di dimora.

L’attività investigativa, iniziata nel luglio 2019, ha permesso d’individuare, un’organizzazione al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina con lo schema del cosiddetto “matrimonio di comodo”. I cittadini italiani percepivano, in cambio della loro disponibilità all’unione matrimoniale, un compenso economico mentre extracomunitari ai quali venivano richiesti fra 5mila e 6500mila euro in contanti, potevano al seguito del contratto matrimoniale richiedere il rilascio del permesso di soggiorno con facilità. Nel corso dell’attività d’indagine, inoltre, sono stati riscontrati più di 40 matrimoni fittizi ed è stato accertato un affare economico di 200mila euro, provento dell’attività illecita.

Ultime notizie