martedì, 16 Aprile 2024

Guerra in Ucraina, 4 missili su Kiev bombardate diverse zone del Paese. Zelensky: “Cercano di spazzarci via dalla faccia della terra”

Kiev è stata presa di mira da almeno 4 missili questa mattina. Si tratta del primo attacco alla capitale da diversi mesi, ma anche altre città ucraine sono state attaccate da Mosca sulla scia dell'enorme esplosione di sabato scorso in cui è stato colpito un ponte importante che collega Russia in Crimea.

Da non perdere

La Russia riprende a bombardare pesantemente l’Ucraina lanciando missili soprattutto nella zona della capitale Kiev e nei pressi della centrale nucleare di Zaporizhzhia. Questa mattina, lunedì 10 ottobre, le forze russe hanno colpito la città di Zaporizhzhia durante la notte, in quello che sembra essere l’ultimo di una serie di attacchi alla città sud-orientale nell’ultima settimana. Il governatore regionale Oleksandr Starukh ha riportato la notizia tramite il suo account Telegram ufficiale intorno alle 3 di questa mattina, dicendo che un attacco missilistico nel centro della città ha distrutto un edificio residenziale a più piani. Il capo dell’amministrazione di Zaporizhzhia, Anatoly Kurtev, ha aggiunto che le forze russe “hanno colpito di nuovo le infrastrutture residenziali della città” in un post separato di Telegram.

Putin ha definito l’esplosione sul ponte Crimea-Russia un “atto di terrorismo”

Vladimir Putin ha accusato direttamente l’Ucraina dell’esplosione su un ponte vitale che collega Russia e Crimea, descrivendo l’attacco del fine settimana come “atto di terrorismo” compiuto dai “servizi segreti ucraini” tra le crescenti aspettative che il Cremlino pianifichi un’imminente e dura escalation. Il presidente russo ha pubblicato un video domenica sera sul canale Telegram del Cremlino: “Non c’è dubbio. Questo è un atto di terrorismo volto a distruggere infrastrutture civili di importanza critica. Questo è stato ideato, realizzato e ordinato dai servizi speciali ucraini”. Il presidente russo ha riferito, dopo aver incontrato Alexander Bastrykin il capo del comitato investigativo russo, di aver presentato i risultati dell’esplosione e dell’incendio sul ponte. Bastrykin ha affermato di aver aperto un procedimento penale in un “atto di terrorismo” e ha aggiunto: “Abbiamo già stabilito il percorso del camion“, che secondo lui includeva il transito attraverso Bulgaria, Georgia, Armenia, Ossezia del Nord, Krasnodar e altre zone.

Numerose esplosioni su Kiev

Secondo i resoconti dei media locali e i funzionari regionali, una serie di esplosioni ha scosso la capitale ucraina di Kiev. Il sindaco della città, Vitaliy Klitschko, ha rilasciato una dichiarazione subito dopo le 8:30 orario locale tramite il suo account Telegram ufficiale: “Diverse esplosioni nel distretto di Shevchenkiv, nel centro della capitale“. Klitschko ha poi confermato che “sono state colpite diverse infrastrutture della città. Ci sono delle vittime. Sul campo stanno operando i soccorsi”. Allo stesso tempo, Rodion Miroshnik, che prima dell’annessione recentemente annunciata di Luhansk alla Federazione Russa era il sedicente ambasciatore della Repubblica popolare della stessa, ha pubblicato videoclip degli scioperi a Kiev vantandosi che “il processo continua“. È probabile che i dati sulle vittime degli scioperi in Ucraina di questa mattina siano incerti, ma secondo i dati diramati dall’agenzia Reuters, la polizia di Kiev ha fornito una prima cifra ufficiale parlando di almeno cinque morti e 12 feriti.

Zelenskiy: “Stanno cercando di distruggerci e spazzarci via dalla faccia della terra”

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskiy ha risposto alla serie di attacchi di questa mattina alle città ucraine. “Stanno cercando di distruggerci e spazzarci via dalla faccia della terra. Distruggono la nostra gente che dorme a casa a Zaporizhzhia. Uccidono le persone che vanno a lavorare a Dnipro e Kiev. L’allarme aereo non si placa in tutta l’Ucraina. Ci sono missili che colpiscono. Purtroppo ci sono morti e feriti. Si prega di non lasciare i rifugi. Prenditi cura di te e dei tuoi cari. Teniamo duro e diventiamo forti“.

Ultime notizie