giovedì, 29 Settembre 2022

Varese, detenuto tenta fuga dall’ospedale: poliziotto aggredito con calci e pugni

Un detenuto, approfittando del ricovero, ha tentato la fuga dalla stanza con la scusa di una bottiglia di acqua. Ha aggredito gli agenti che lo piantonavano procurando una rottura del setto nasale a uno dei poliziotti.

Da non perdere

Un detenuto ricoverato in ospedale ha tentato la fuga colpendo a calci e pugni uno degli agenti che lo piantonavano, procurandogli la rottura del setto nasale. È accaduto ieri sera, 21 settembre, presso l’Ospedale di Busto Arsizio, in provincia di Varese. A darne notizia è il Sappe, sindacato di Polizia Penitenziaria.

I fatti

Il detenuto ha cercato di evadere dalla stanza con la scusa di andare a prendere una bottiglia d’acqua. Per fuggire dalla struttura ospedaliera, ha quindi aggredito con calci e pugni uno dei poliziotti che è stato costretto a ricorrere alle cure del Pronto Soccorso riportando una prognosi di 30 giorni. Il fuggitivo non è riuscito nel suo intento in quanto fermato e bloccato dall’altro agente.

La denuncia

Quanto accaduto ieri deve far capire ancora di più come e quanto è particolarmente stressante il lavoro in carcere per le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria e dei Nuclei Traduzioni e Piantonamenti che svolgono quotidianamente il servizio con professionalità, zelo, abnegazione e soprattutto umanità, pur in un contesto assai complicato per il ripetersi di eventi critici“, è quanto dichiarato da Donato Capece, segretario generale del Sappe.

Ultime notizie