domenica, 25 Settembre 2022

Biella, lite di famiglia finita in tragedia: 30enne accoltellato fermato l’aggressore

Fermato il fidanzato della sorella della vittima e dipendente della pasticceria, per la Polizia sarebbe l'autore dell'accoltellamento che ha procurato la morte del 30enne.

Da non perdere

Un uomo di 30 anni è morto dopo essere stato accoltellato al culmine di una lite. La tragedia è avvenuta ieri mattina, 28 agosto, in una pasticceria di Biella. Autore dell’accoltellamento sarebbe un ragazzo di 22 anni, dipendente della pasticceria e fidanzato della sorella della vittima. Ancora ignoti i motivi del diverbio; la Polizia sta visionando le immagini delle telecamere di sorveglianza per ricostruire quanto accaduto.

I fatti

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo avrebbe avuto un litigio con la sorella che gestisce la pasticceria di famiglia. Nel corso del diverbio, a difesa della donna, sarebbe intervenuto il 22enne che ha impugnato un coltello preso dal bancone del locale, e ha colpito l’uomo con una coltellata all’addome, procurandogli una ferita molto profonda. Inutili i tentativi dei sanitari del 118 di rianimarlo, il 30enne è morto sul colpo. Non si conoscono ancora i motivi dei disaccordi tra i due, ma segnali di divergenze erano già stati evidenziati il giorno prima della tragedia, quando i  vigili urbani erano intervenuti per sedare un’altra lite tra la vittima e la sorella.

Ultime notizie