martedì, 27 Settembre 2022

Puzza dall’appartamento, condomini chiamano i soccorsi: lui morto in casa da giorni la compagna sotto choc

Per entrare in casa i Vigili del Fuoco sono dovuti passare da un balcone, l'uomo era già in stato di decomposizione mentre la donna era incapace di reagire agli stimoli forse per lo choc.

Da non perdere

Lui morto in casa da giorni, già in stato di decomposizione, lei in evidente stato di choc, incapace di reagire forse proprio per quanto accaduto. I Carabinieri e i Vigili del Fuoco di Prato li hanno trovati così ieri mattina, dopo aver forzato l’ingresso di un appartamento al 5° piano di via Marx, allertati dai condomini per il forte odore che proveniva dall’abitazione dei due. Anche l’ex marito della donna si era rivolto alle Forze dell’Ordine, preoccupato dal fatto che lei non rispondesse a telefono da tempo, al contrario di quanto avveniva di solito.

L’uomo, 63 anni, è stato trovato disteso sul letto, in stato di decomposizione, deceduto in apparenza per cause naturali già da 4 giorni; lei, 64a anni convivente, l’hanno trovata in bagno, assente a se stessa, incapace di rispondere e reagire agli stimoli, tanto da non aver chiamato nessuno per chiedere aiuto. Per entrare in casa i pompieri sono dovuti passare da una porta-finestra sul balcone grazie all’autoscala.

Stando agli accertamenti sembra che la donna abbia difficoltà a camminare autonomamente; al momento si trova ricoverata nell’ospedale Santo Stefano per gli accertamenti e le cure. Quanto alla morte dell’uomo, i primi esami sembrano confermare il decesso per cause naturali.

Ultime notizie