venerdì, 12 Agosto 2022

Uefa, ok alla tecnologia semiautomatica del fuorigioco: al via per la finale di Supercoppa

Il nuovo sistema di valutazione si basa su 188 test svolti negli ultimi due anni. Rosetti: "Il sistema è pronto per essere utilizzato nelle partite ufficiali e implementato in ogni sede della Champions League".

Da non perdere

La UEFA inaugurerà la tecnologia semiautomatica del fuorigioco, introducendo il nuovo ausilio virtuale in occasione della finale di Supercoppa UEFA del prossimo 10 agosto a Helsinki. A Real Madrid e Eintracht Francoforte l’onore di battezzare il nuovo sistema di tracciamento, già usato lo scorso febbraio per l’Arab Cup e il Mondiale per Club dalla FIFA.

L’iniziativa, che verrà attuata anche nella prossima Champions League e nei prossimi Mondiali in Qatar, si basa su dati e telecamere specifiche collocate nell’intero stadio. Tale disposizione permette di generare 29 punti corpo, offrendo agli ufficiali di gioco la posizione esatta dei calciatori sul terreno di gioco, consultabile nell’arco di una manciata di secondi.

Passi da gigante quindi per lo sport, il calcio e la tecnologia, con il celebre tormentone “Vogliamo la moviola in campo” di Aldo Biscardi, che oramai sembra un lontanissimo ricordo. “Questo sistema innovativo consentirà agli addetti al Var di determinare le situazioni di fuorigioco in modo rapido e preciso, migliorando il flusso del gioco e la coerenza delle decisioni”, ha affermato Roberto Rosetti, capo degli arbitri della Uefa. Sulla base di 188 test svolti negli ultimi due anni, Rosetti ha inoltre aggiunto: “Il sistema è pronto per essere utilizzato nelle partite ufficiali e implementato in ogni sede della Champions League”.

Ultime notizie