lunedì, 15 Agosto 2022

Caldo senza tregua, temperature fino a 40° da Nord a Sud. Mari come ai Caraibi: rischio tempeste e uragani

L'anticiclone africano si abbatte sull'intera penisola. Maggiormente colpito il Centro-Nord. Bollino rosso su Firenze, Roma, Bologna e Milano, ma si sfiorano i 40°C anche in Sardegna. Mari più caldi di almeno 5°C.

Da non perdere

L’anticiclone africano torna a colpire sempre più forte l’Italia, portando con sé temperature di 38-40°C su tutto il Centro-Nord. Termina così la breve tregua che aveva fatto respirare la penisola, con un nuovo picco delle temperature atteso tra giovedì e sabato. Maggiormente colpite saranno il Nord e le regioni tirreniche, con Firenze, Roma, Bologna e Milano nella morsa dell’afa. Impennata delle temperature anche nelle zone interne della Sardegna, dove si raggiungeranno i 40°C. Situazione decisamente migliore, almeno per oggi, in Abruzzo, Molise e Puglia garganica, dove si prevede addirittura un lieve abbassamento della colonnina di mercurio. Da giovedì, invece, il caldo tornerà ad interessare tutte le regioni, aggravando ulteriormente l’emergenza siccità.

Il caldo torrido, che non accennerà ad attenuarsi almeno fino a sabato, si ripercuote anche sui mari, con l‘acqua che ha raggiunto temperature simili a quelle dei Caraibi, 29-30°C. Si tratta di un’anomalia di circa 4/5°C oltre le medie di riferimento. Le acque più calde, che hanno raggiunto i 30°C , sono il Mar Ligure, il Mar Tirreno e il Canale di Sicilia. L’innalzamento delle temperature dei nostri mari, oltre ad avere conseguenze sul mondo ittico, potrebbe , secondo gli esperti, estremizzare ancora di più i contrasti termici. Nei prossimi mesi potremmo avere ancora lunghe fasi siccitose interrotte da tempeste particolarmente intense e una stagione degli uragani in Atlantico molto attiva.

Ultime notizie