martedì, 16 Agosto 2022

Mahmood, si riparte in grande: il 5 agosto a Pristina per il “Sunny Hill Festival”

Mahmood rappresenterà l'Italia al Sunny Hill Festival, rassegna musicale dei Blacani organizzata da Dua Lipa e suo padre Dukagjin.

Da non perdere

Mahmood riparte in grande dopo la temporanea pausa del “Ghettolimpo Summer Tour” per un’infiammazione alle corde vocali. Il 5 agosto si esibirà come ospite al “Sunny Hill Festival” di Pristina, in Kosovo, uno dei più importanti eventi musicali dei Balcani fondato e diretto da Dua Lipa e suo padre Dukagjin, entrambi britannici ma con origini kosovare. La rassegna, che occuperà diverse giornate, dal 4 al 7 agosto, verrà ospitata nel Parco Gërmia di Pristina, dove si aspettano almeno 25mila spettatori giornalieri dal Kosovo stesso e anche dal resto del mondo, tra cui molti rappresentanti della diaspora kosovara in visita al Paese d’origine come di consuetudine in questi mesi estivi. Al festival si esibiranno molte star internazionali come J Balvin, Diplo, Skepta, DJ Regard, AJ Tracey e alla stessa Dua Lipa.

“Ho accettato immediatamente l’invito di Dukagjin Lipa e dell’Ambasciata italiana a Pristina perché in questo Festival del riscatto, nel Paese più giovane d’Europa, ci vedo una parte della mia storia: l’identità in bilico tra più culture, che è ricchezza più che debolezza; il desiderio di non perdere il contatto con le proprie origini; il ricordo dei sacrifici fatti da te e dai tuoi familiari; l’orgoglio del proprio passato e il desiderio di andare avanti, restando legati alla famiglia, agli amici, all’amore”, spiega Mahmood che dopo Pristina si esibirà a Torre del Lago, a Lucca, il 7 agosto.

La partecipazione del cantante è stata fortemente voluta dalla Farnesina e dall’Ambasciata italiana in Kosovo: “Siamo particolarmente orgogliosi di questa partecipazione italiana al Sunny Hill Festival di Pristina, anzitutto perché permette alla nostra musica di essere apprezzata in riconosciuti contesti internazionali, ma anche perché Mahmood incarna egregiamente quell’Italia multiculturale, giovane e aperta che ci piace esportare all’estero” ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia in Kosovo, Antonello De Riu.

La partecipazione di Mahmood è stata sostenuta oltremodo anche dallo stesso Dukagjin Lipa, organizzatore del festival, a sua volta cantautore e fondatore dell’Agenzia di comunicazione Republika. “La partecipazione di un artista come Mahmood, che conferma l’elevata qualità del Sunny Hill Festival, oltre alla fruttuosa collaborazione con l’Ambasciata d’Italia, sono motivo di soddisfazione per un appuntamento che vuole rilanciare culturalmente e turisticamente il Kosovo, un Paese che ama la musica e sa come divertirsi”.

Prima e dopo la performance italiana sul palco saranno proiettati alcuni video della campagna “BeIT – Italy is simply extraordinary” realizzata dal Ministero italiano degli affari esteri e della cooperazione internazionale e Agenzia ICE. Per l’occasione Mahmood e il suo team stanno preparando tutto nei minimi dettagli, dai costumi, disegnati in esclusiva da Riccardo Tisci, alle scelte dello scenario, dei pezzi e dei coristi, per tornare sul palco in grande stile.

Ultime notizie