lunedì, 4 Luglio 2022

Rete di documenti falsi, arrestati 4 uomini per contraffazione

La Polizia di Stato ha arrestato quattro uomini stranieri con l'accusa di concorso in contraffazione, riciclaggio di documenti di identità italiani, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e ricettazione. Tra i beneficiari dei documenti anche l'attentatore dei mercatini di Berlino del 2016.

Da non perdere

La Polizia di Stato ha effettuato 4 arresti e 70 perquisizioni per creazione e uso di documenti falsi in tutta Italia, a seguito delle investigazioni sull’attentato di Berlino ai mercatini di Natale del dicembre 2016, in cui il terrorista ha esibito certificazioni di identità falsi. L’inchiesta ha rivelato che le quattro persone arrestate appartenevano al circolo di conoscenze e relazioni tenute dal terrorista Anis Amri, specializzato nella realizzazione di documenti italiani falsi per se stesso e per gli stranieri clandestini. Gli uomini sono accusati di concorso in contraffazione, riciclaggio di documenti di identità italiani, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e ricettazione.

L’indagine è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, dalla Digos e dalla Polizia di Prevenzione della Questura di Roma, coadiuvati dalla Digos di Napoli e Caserta. Un senegalese, un guineano e un ghanese sono stati portati in carcere, mentre un quarto uomo, proveniente dall’Africa centrale, è attualmente agli arresti domiciliari.

Ultime notizie