sabato, 2 Luglio 2022

Dà fuoco alla porta di casa per “riconquistare” l’ex moglie: arrestato 67enne

Un uomo di 67 anni, non accettando la fine della relazione con la moglie, si sarebbe munito di una tanica di benzina e avrebbe cosparso la porta d'ingresso dello stabile con del liquido infiammabile, convinto che la moglie fosse all'interno. Immediato l'intervento dei Carabinieri che lo hanno arrestato.

Da non perdere

Quando in una coppia il fuoco della passione si spegne, l’unica alternativa sarebbe la rassegnazione, ma un 67enne di Napoli ha pensato che per riconquistare la moglie “incendiare un’ultima carta” sarebbe stato meglio che arrendersi. È successo ieri sera, 22 giugno, nel quartiere Materdei nel Napoletano. Un 67enne del posto avrebbe gettato della benzina sulla porta dell’abitazione delle 2 figlie, con il solo intento di convincere la moglie a tornare insieme.

A quanto pare l’uomo, non accettando in alcun modo la fine della loro storia, si sarebbe munito di una tanica di benzina e, coltivando la bizzarra idea che l’ex moglie potesse essere in casa con le figlie, avrebbe cosparso la porta d’ingresso dello stabile con del liquido infiammabile. Sul posto, l’immediato intervento dei Carabinieri che hanno sottoposto l’uomo in stato di fermo per atti persecutori e tentato incendio. Al momento, il 67enne è stato trasferito in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

Ultime notizie