venerdì, 1 Luglio 2022

Perugia, follia al pronto soccorso: aggredisce medici e poliziotti perché vuole essere operato

Il 26enne aveva fatto saltare l'intervento chirurgico per mangiare uno snack. Scoperto il rinvio, ha aggredito il personale sanitario.

Da non perdere

Caos al pronto soccorso del “Santa Maria della Misericordia” di Perugia, dove un giovane ha inveito contro i medici ed aggredito un poliziotto per via di un’operazione rimandata. Responsabile del rinvio è risultato per altro, lui stesso, che si è rifiutato di seguire le indicazioni del personale sanitario. Il ragazzo, un 26enne, è giunto nel nosocomio lamentando un dolore alla mandibola sorto a seguito di una colluttazione. Visitato dai medici gli è stata riscontrata una lesione ossea che necessitava di essere operata in tempi brevi. I medici gli hanno spiegato che, essendo necessaria un’anestesia generale, non avrebbe potuto mangiare né bere. L’attesa dell’intervento non è però durata a lungo perché il giovane, spazientito, ha iniziato ad inveire contro il personale medico dicendosi affamato e sostenendo di non poter attendere ancora.

Il 26enne ha quindi prelevato alcuni snack da un distributore automatico e li ha consumati. A quel punto i medici lo hanno informato che non era più possibile operare, poiché l’ingestione di cibo e liquidi avrebbe potuto rappresentare un rischio ma che, date le condizioni di salute, l’intervento sarebbe stato rimandato al giorno successivo. Alla notizia del rinvio è andato su tutte le furie ed ha minacciato di denunciare i medici per mala sanità. Solo le Forze dell’Ordine, allertate dal personale sanitario, sono riuscite a farlo calmare ed a convincerlo a firmare il foglio di dimissioni volontarie.

Poco dopo, però, i sanitari sono stati costretti a richiedere un nuovo intervento dei poliziotti poiché il 26enne è tornato al Pronto Soccorso pretendendo di essere operato. Alla vista degli agenti, il ragazzo si è scagliato contro la porta dell’ascensore tentando di auto lesionarsi con l’intento di dare la colpa ai sanitari per poi denunciarli. Aggredito anche un poliziotto, che ha riportato una contusione alla mano. Il giovane è stato tratto in arresto per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Sottoposto a rito direttissimo, il giudice ha convalidato l’arresto.

Ultime notizie