domenica, 3 Luglio 2022

F1 Montecarlo, suicidio Ferrari ai box: trionfa la RedBull di Sergio Perez

La strategia sbagliata del Muretto costa la vittoria alla Ferrari. Trionfa la RedBull di Perez, tanta paura per Mick Schumacher.

Da non perdere

I migliori auspici della vigilia sono andati in fumo. Il sogno e la speranza di vedere una doppietta Ferrari, dopo quella del Bahrain, è svanita dopo poco più di venti giri.
Il Muretto sceglie, senza una logica potenzialmente ragionata, di far rientrare ai box entrambi i piloti Ferrari. La strategia assurda viene realizzata troppo tardi: quando il team radio comunica a Leclerc di non rientrare, oramai il 16 della Rossa era già con il limitatore della velocità attivato pronto per il cambio gomme.

A trarne beneficio è stata chiaramente la RedBull, che non trova la vittoria con il leader del mondiale Verstappen ma lo porta clamorosamente a podio grazie al terzo posto. È stata invece la domenica di Checo Perez che centra la terza vittoria in carriera in F1, la prima in un tracciato così speciale come Montecarlo, diventando il pilota messicano più vincente della storia di questo sport.

A togliere un po’ di grigiore, come se fosse possibile, è la seconda piazza di Sainz. Lo spagnolo bracca fino alla fine Checo, ma la conformazione del circuito non permette lo strappo definitivo per la prima posizione.
Nel mezzo della gara, tanta paura per Mick Schumacher. Il figlio d’arte va a muro con la Haas, con la monoposto che si spezza letteralmente in due.
Fortunatamente c’è stata solo tanta apprensione e niente più. Il tempestivo check via radio sulla situazione di Mick ha tranquillizzato tutti, con il pilota che è uscito dalla vettura sulle proprie gambe.

Ultime notizie