domenica, 22 Maggio 2022

Brianza, 23enne uccide di botte la madre e poi chiama i Carabinieri: “Venite sono stato io”

"Ho ucciso mia madre", questo quanto riferito al 112. Il ragazzo ha poi aspettato che arrivassero i Carabinieri restando sempre in linea con la Centrale operativa.

Da non perdere

Un giovane di 23 anni, Davide Andrea Garzia, ha confessato di aver ucciso a suon di botte, calci e pugni sua madre, Fabiola Colnaghi. La tragedia è accaduta verso mezzogiorno in un condominio in via della Vittoria, nel comune di Aicurzio, nella provincia di Monza-Brianza. La donna sarebbe stata percossa durante un furioso litigio. Secondo le prime ricostruzioni pare sia stato proprio Garzia ad avvertire i Carabinieri di quanto accaduto. “Ho ucciso mia madre”, questo quanto riferito agli operatori del 112. Il ragazzo ha poi aspettato che arrivassero i militari restando sempre in linea con l’operatore.

I Carabinieri della Compagnia di Vimercate e della stazione di Bernareggio, oltre al Nucleo investigativo di Monza, si sono recati nell’abitazione in cui si è consumato questo dramma familiare per iniziare l’acquisizione di tutti gli elementi ed eseguire i rilievi necessari. Le indagini del caso sono coordinate dalla Procura di Monza. Testimoni vicini alla famiglia hanno raccontato di alcune liti e incomprensioni che andavano avanti tra i due da mesi. Il 23enne, incensurato e disoccupato, è stato condotto in custodia nella caserma di Vimercate per l’interrogatorio da parte del sostituto procuratore Santini.

Ultime notizie