domenica, 22 Maggio 2022

Uno sguardo al mondo con gli occhi di Margaret Atwood con “Questioni scottanti”

Saggi, articoli, un susseguirsi di visioni del mondo contemporaneo intrecciato alla vita privata di una delle autrici più note del panorama contemporaneo.

Da non perdere

Margaret Atwood è di certo una delle scrittrici di punta contemporanee, tra i suoi lavori c’è “Il racconto dell’ancella” da cui prende il nome l’omonima serie televisiva sui piccoli schermi di Netflix. Il suo ultimo lavoro “Questioni scottanti. Riflessioni sui tempi che corrono” è la terza raccolta di articoli, saggi, discorsi e molto altro, pubblicato dalla casa editrice Ponte alle Grazie.

Anche in questo volume, la Atwood decide di intrecciare la sua vita privata allo scorrere del tempo, parlando di libri, vari avvenimenti storici e film, concedendo una concezione del mondo diversa, visto dal suo punto di vista. A detta dell’autrice il titolo “Questioni scottanti” è un chiaro riferimento a tutte quelle tematiche trattate al suo interno, quali la rivoluzione dei social media, la crisi ambientalista (vista la sua infanzia vissuta nelle grandi foreste del Canada), il femminismo (lei viene spesso definita tale), senza lasciare da parte gli eventi che hanno contraddistinto gli anni 2000.

Da questo infatti, l’autrice decide di dividere il suo libro in cinque parti, gli eventi salienti ne fanno da divisorio, come l’elezione di Obama, Trump o la pandemia, senza tralasciare il Pentagono e le Torri Gemelle.

“Questioni scottanti” è più un manuale, un vero e proprio saggio per la mente. La sua scrittura è sempre lucida e diretta, a volte può essere anche scomoda ma necessaria ad aprire gli occhi per guardare ciò che ci circonda in maniera diversa.

Ultime notizie