venerdì, 20 Maggio 2022

Divieto di ritorno in paese, per non essere beccate “giocano a nascondino”: la Polizia fa Cucù a due ragazze

Gli agenti, dopo averle identificate, hanno riscontrato che per una di loro era stato emanato un provvedimento del Questore con il quale era stato disposto il divieto di ritorno nel Comune. Il tentativo maldestro di nascondersi non è riuscito a due ragazze.

Da non perdere

Due donne originarie dell’est Europa hanno cercato di evitare il controllo della Polizia nascondendosi dietro alcune auto in sosta. Il tentativo maldestro di passare inosservate non è però sfuggito gli agenti del Commissariato di Città di Castello, che  insospettiti dall’atteggiamento le hanno subito fermate per chiedere spiegazioni. Le ragazze, di 29 e 28 anni, hanno risposto in modo evasivo, apparendo alle Forze dell’Ordine nervose, quasi come avessero fretta di terminare il controllo.

Gli agenti, dopo averle identificate, hanno riscontrato che per una di loro era stato emanato un provvedimento del Questore di Perugia con il quale era stato disposto il divieto di ritorno nel Comune di Città di Castello. A quel punto, i poliziotti le hanno accompagnate in Commissariato per le attività di rito, al termine delle quali, una è stata denunciata per la violazione del provvedimento del Questore ai sensi dell’art. 76, n. 3 D. Lvo 6.9.11 nr 159. Nei confronti dell’altra donna, invece, sono state avviate le procedure per l’adozione del provvedimento del divieto di ritorno nel Comune di Città di Castello.

Ultime notizie