sabato, 28 Maggio 2022

Verona, patrimonio accumulato con attività illecite: sequestrati beni per 1,5 milioni a imprenditore calabrese

La Guardia di Finanza di Verona, ha sequestrato un patrimonio societario ed economico per 1.5 milioni di euro appartenenti ad un imprenditore di Reggio Calabria con base nel veronese e appartenente al mondo dell'autotrasporto.

Da non perdere

La Guardia di Finanza di Verona per conto della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, ha provveduto al sequestro del patrimonio societario e economico per beni di un totale di 1,5 milioni di euro. I beni sequestrati sono riconducibili ad un imprenditore di Reggio Calabria ma operante nella provincia di Verona nel settore dell’autotrasporto. La misura di prevenzione è stata disposta su richiesta della Direzione distrettuale antimafia locale. Tra i beni sequestrati c’è il 100% delle quote appartenenti ad una società con sede legale a Reggio Calabria ma che agisce come attività di trasporto merci su strada, nella provincia veronese; e più di 30 veicoli per il trasporto delle merci.

La Guardia di finanza ha sequestrato tutte le somme di denaro sui conti correnti bancari appartenenti all’imprenditore e ai suoi congiunti più stretti. La vicenda è riconducibile già allo scorso mese di settembre quando, sempre su disposizione della procura di Reggio, ha portato la Polizia finanziaria di Verona ad eseguire la stessa misura, stavolta nei confronti di un parente dell’imprenditore in questione. In quel caso i beni confiscati si attestarono sui 2.8 milioni di euro. È stata rilevata una reiterazione nel tempo di queste condotte illecite e pericolose dedotta da diverse condanne passate per reati di ricettazione e bancarotta fraudolenta. Si è evidenziata anche un incoerenza fra il patrimonio di beni e redditi dichiarati. In questo caso il divario fra essi è di oltre 850 migliaia di euro.

Ultime notizie