sabato, 28 Maggio 2022

Pechino 2022, due bronzi e l’Italia sale a 10 medaglie. Male il curling maschile e il SuperG

Grande rammarico per la caduta di Arianna Fontana nei 1000 metri, ad un solo giro dal traguardo. Cade sotto i colpi di Nicklas Edin la Nazionale azzurra di curling.

Da non perdere

Altra giornata di Olimpiadi, altre medaglie per l’Italia che raggiunge la doppia cifra grazie ai due ori, quattro argenti e altrettanti bronzi conquistati in una settimana a Pechino. Per il Belpaese oggi sono arrivati due bronzi con Dorothea Wierer e Davide Ghiotto, posizionando la nostra Nazione al nono posto nella classifica generale del medagliere olimpico.

Podio in otto discipline diverse: l’Italia si coccola Dorothea Wierer e Davide Ghiotto

Non era mai successo nella storia delle Olimpiadi che l’Italia posizionasse la propria bandiera in otto discipline diverse, ma da luglio dello scorso anno, noi italiani abbiamo capito che nulla è impossibile. L’apice olimpico toccato dall’Italia arrivava a sei competizioni diverse, ma le medaglie in biathlon, sci alpino, sci di fondo, speed skating, short track, slittino, curling, snowboard hanno scritto un’altra splendida pagina di questo sport.

Dorothea Wierer è riuscita nell’impresa di rompere l’incantesimo negativo che ci aveva visto fallire nelle ultime due uscite più importanti di questo sport. L’altoatesina diventa la prima donna italiana a salire sul podio nel biathlon, grazie al tempo di 21’21”5, alle spalle soltanto della norvegese Roeiseland, oro in 20’44”3, e della svedese Oeberg, argento in 21’15”2.

Le imprese sono come le ciliegie, vanno in coppia, come fece il duo Tamberi-Jacobs in quell’afoso 1 agosto dello scorso anno. Non manca all’appello Davide Ghiotto, che nello Speed Skating 10.000 metri non solo vince il bronzo, ma migliora addirittura il record italiano con il tempo di 12:45.98, annullando il primato di 12:53.63, conseguito sempre dall’atleta vicentino.
Spaziale il tempo dello svedese Van der Poel che non solo porta a casa l’oro, ma anche il record del mondo con il cronometro di 12:30.74, argento per l’olandese Roest.

Arianna Fontana vede sfumare l’undicesima medaglia olimpica: cade nell’ultimo giro dei 1000 metri

Non ci voleva. Una gara passata stabilmente in seconda posizione con l’olandese Shulting nel mirino, poi la caduta.
Ad un giro dal termine la campionessa azzurra Arianna Fontana ha perso l’equilibrio e si è auto-estromessa dalla gara. Una caduta che fa malissimo perché arrivata a poche decine di metri dal traguardo, che probabilmente sarebbe stato tagliato come prima o come seconda forza della gara da parte della stella di Sondrio.
La 31enne italiana, dopo il contatto con l’inglese Santos, è stata quindi squalificata per aver cambiato linea. L’oro è stato aggiudicato dall’olandese Shulting, argento per la coreana Choi, bronzo per la belga Desmet.

Disfatta nel SuperG per Federica Brignone, male l’Italia nel Curling: vince la Svezia 9-3.

La Svizzera continua a fare il bello e il cattivo tempo nel SuperG. Dopo il bronzo di Sochi 2014 e l’argento conquistato quattro anni fa a PyeongChang, Lara Gut-Behrami si aggiudica l’oro olimpico grazie ad una gara eccezionale.
La nostra Federica Brignone si vede negare l’emozione del podio per appena quattro decimi, dimostrando una poca familiarità con il tracciato poco congruo al suo stile. Secondo posto per l’austriaca Puchner, terza l’elvetica Gisin.

Otto end e seconda sconfitta consecutiva per i nostri azzurri nel curling, dopo quella rimediata ieri nella sfida contro la Gran Bretagna. La nazionale azzurra è riuscita a contenere la furia dei campioni del mondo per quattro end, poi alla lunga è emerso un divario troppo grande, con l’Italia che è caduta sotto i colpi del numero uno al mondo Nicklas Edin.

Ultime notizie