sabato, 28 Maggio 2022

Femminicidio nel Napoletano, 23enne trovata morta in casa: è caccia all’uomo

L’affittuario dell’appartamento in cui è stata strappata la vita alla giovane si è dato alla fuga, si tratta di un suo vicino di casa.

Da non perdere

Gentile, disponibile e sempre sorridente”, così viene descritta la ragazza di 23 anni che il primo febbraio è stata trovata senza vita, a Grumo Neviano (Na), in un appartamento di via Risorgimento. I Carabinieri intervenuti sul posto avrebbero confermato il tragico femminicidio, parrebbe per strangolamento, ma non escludono altre piste. L’affittuario dell’appartamento in cui è stata strappata la vita alla giovane si è dato alla fuga, era un suo vicino di casa. Secondo le prime testimonianze, pare si fosse trasferito in quell’abitazione circa due settimane prima l’accaduto e avrebbe preso in fitto quella casa dal padre della giovane deceduta.

Dopo aver saputo l’accaduto, si sono riversate in strada molte persone che abitano in quella via e soprattutto i suoi familiari assieme al ragazzo della 23enne. Alcuni cittadini pensano che la giovane sia stata portata con la forza nell’appartamento dall’uomo e poi il tragico epilogo, ma bisogna attendere le indagini degli inquirenti per far luce sulle dinamiche. Al momento il corpo si trova presso l’Istituto di Medicina Legale dell’ospedale di Giugliano in Campania; dai primi accertamenti, non presenta segni di colpi d’arma da fuoco o da taglio.

 

Ultime notizie