giovedì, 19 Maggio 2022

Flavio Carboni, morto il protagonista di alcuni grandi misteri italiani

Coinvolto nell'omicidio del banchiere Roberto Calvi, era stato nuovamente assolto nemmeno 10 giorni fa

Da non perdere

È morto all’età di 90 anni nella notte tra il 23 ed il 24 gennaio 2022 Flavio Carboni, uno degli uomini più chiacchierati d’Italia. Secondo quanto si apprende, l’uomo, che da poco aveva compiuto 90 anni, sarebbe morto a causa di un infarto, ma sono ancora in corso accertamenti. La figura dell’uomo d’affari è da anni al centro di gialli e misteri tutti italiani, come la sua presenza all’interno della Loggia Massonica P2 o ancora l’omicidio di Roberto Calvi per cui è stato nuovamente assolto nemmeno 10 giorni fa. “Non ho mai conosciuto Licio Gelli, non ho mai fatto parte della Loggia P2 – Aveva dichiarato Carboni di recente –  Anzi, non ho mai fatto parte della massoneria in generale. Che poi abbia conosciuto tanti personaggi di primissimo piano che potessero avere simpatie o aderire a logge è un’altra storia”

Flavio Carboni durante uno dei tanti processi in cui era coinvolto
Flavio Carboni durante uno dei tanti processi in cui era coinvolto

Carboni è stato parte di inchieste giudiziarie come la costruzione di Olbia 2, in cui si dice fosse socio di Silvio Berlusconi, o la più recente condanna per corruzione a 6 anni e 6 mesi di reclusione per l’inchiesta sulla loggia P3. Ma il nome di quest’uomo non è legato solo ad inchieste politiche come il Crack del Banco Ambrosiano e la Massoneria, ma anche all’omicidio di Roberto Calvi, il banchiere trovato impiccato sotto il ponte dei frati a Londra, vicenda per cui è stato assolto, o alla scomparsa di Emanuela Orlandi. Proprio in merito alla scomparsa della cittadina Vaticana, che tutt’ora rimane uno dei Cold Case italiani di maggior rilievo, Carboni fu ascoltato nel 2010 come testimone circa i suoi rapporti con la Banda Della Magliana e quelli con i vertici Vaticani.

Ultime notizie