giovedì, 27 Gennaio 2022

Murubutu, “Il migliore dei mondi”: il nuovo singolo da “Storie d’amore con pioggia…”

Il settimo tributo dell’artista al connubio tra musica rap e letteratura dopo l’anticipazione di Black Rain feat. Claver Gold e Rancore

Da non perdere

Sarà finalmente disponibile da venerdì 14 gennaio per Glory Hole Records il nuovo lavoro in studio di MURUBUTU, “STORIE D’AMORE CON PIOGGIA E ALTRI RACCONTI DI ROVESCI E TEMPORALI”. Il nuovo singolo estratto dall’album è IL MIGLIORE DEI MONDI, in radio proprio da venerdì 14 gennaio. Un album attesissimo dai fan, che aspettavano da tempo il ritorno di MURUBUTU e hanno avuto un’anticipazione con il singolo Black Rain feat. Claver Gold e Rancore. Qualcuno aveva già immaginato che la traccia si inserisse nella tracklist di un nuovo album e addirittura ipotizzato quale potesse essere – come ormai da tradizione per MURUBUTU – il concept del nuovo disco: la pioggia.
In STORIE D’AMORE CON PIOGGIA E ALTRI RACCONTI DI ROVESCI E TEMPORALI, la pioggia si fa medium narrativo attraverso cui sviluppare concetti complessi come il rapporto con il tempo, il valore della memoria, la metamorfosi dei luoghi nonché fenomeni contemporanei come l’inquinamento, le diseguaglianze socioeconomiche, la dittatura politica, il disagio psichico. Fondamentale il tema dell’amore, presente già nel titolo, declinato anch’esso in tante sfaccettature diverse e relazionato con una tensione fantascientifica che attraversa tutto il disco, caratterizzandolo in modo peculiare rispetto ai precedenti. Tutti i racconti contenuti hanno registri e suggestioni differenti e risentono dell’influenza di narratori diversi come Wells, Bradbury, Dick ma anche Salvago Raggi, Deledda, Cardoso, Niffenegger, Bonnefoy miscelati con approfondimenti storici e citazioni interdisciplinari.
IL MIGLIORE DEI MONDI, nuovo singolo estratto dall’album, in radio da venerdì 14 gennaio, è il racconto di un giovane scienziato di inizio 900 che cerca di rivivere la relazione sentimentale da poco conclusa con la donna di cui è perdutamente innamorato. Per farlo viaggia indietro nel tempo e prova a deviare il corso di un destino che pare ineluttabile. Il brano, prodotto da Gian Flores, è accompagnato da un videoclip diretto da Nicola Corradino che ne amplia i dettagli e gli scenari, concretizzando nei volti degli attori le emozioni di amore, rabbia, delusione e determinazione, in un piccolo viaggio tra tempo e spazio, dentro e fuori dalla mente del protagonista.

Ultime notizie