giovedì, 27 Gennaio 2022

Trieste, il cadavere ritrovato è di Liliana Resinovich: si indaga per omicidio

Il cadavere della donna scomparsa il 14 dicembre scorso è stato riconosciuto dal fratello. Attesa l'autopsia nel pomeriggio.

Da non perdere

Quel corpo di donna ritrovato a Trieste lo scorso 5 gennaio, tra le frasche dell’aerea boschiva dell’ex Ospedale psichiatrico di San Giovanni, è di Liliana Resinovich. Il Piccolo rende noto che il cadavere è stato riconosciuto, mediante la foto della salma, dal fratello Sergio della 63enne scomparsa lo scorso 14 dicembre. La Procura di Trieste ha aperto in merito un’indagine per omicidio, sembrerebbe ancora a carico di ignoti. Evidentemente molti tasselli pare non combacino e il fatto che la vittima sia stata rinvenuta avvolta in due sacchi neri, con la testa avvolta in buste di nylon rende ancora più sospetta la vicenda. La tac effettuata subito dopo il ritrovamento non sembrerebbe aver rivelato evidenti segni di violenza. Nel pomeriggio è attesa l’autopsia sul cadavere della Resinovich, che verrà eseguita dai medici legali Fulvio Costantinedes e Fabio Cavalli.

Ultime notizie