sabato, 22 Gennaio 2022

È morto nella notte David Sassoli, da volto del Tg1 a Presidente del Parlamento Europeo

Sposato e padre di due figli, è stato il secondo presidente italiano del Parlamento europeo dopo Antonio Tajani. Prima della carriera politica Sassoli è stato giornalista e volto noto del Tg1Rai. Ieri la notizia del suo ricovero per una complicanza sopravvenuta in conseguenza di una disfunzione al sistema immunitario.

Da non perdere

Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, è deceduto la notte scorsa. A dare la notizia con un tweet dell’1:15 il suo portavoce: “Il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli si è spento alle ore 1.15 dell’11 Gennaio presso il CRO di Aviano (PN) dove era ricoverato. Nelle prossime ore verrà comunicata data e luogo delle esequie”. Ieri si era improvvisamente appreso di un suo ricovero, già subito dopo Natale, per una complicanza sopravvenuta in conseguenza di una disfunzione al sistema immunitario. Prima della carriera politica Sassoli è stato giornalista e volto noto del Tg1Rai. Nato a Firenze il 30 maggio 1956, ha mosso i primi passi già da giovane in piccoli giornali e agenzie di stampa, per poi passare prima a ‘Il Giorno’ e successivamente alla Rai. Nelle case italiane è arrivato con la conduzione del Tg1, di cui è stato vicedirettore con Gianni Riotta. Nel 2009 si dedica alla politica.

Candidato capolista del Partito democratico nella circoscrizione Italia centrale, viene eletto la prima volta con oltre 400mila preferenze. Nel 2013 tenta la corsa a sindaco di Roma, ma si infrange nelle primarie. Nel 2014-2019 ricopre la carica di vicepresidente del Parlamento Europeo, il 3 luglio del 2019 David Sassoli, all’inizio del suo terzo mandato, viene eletto Presidente dell’assemblea. Nel suo discorso di apertura spinge sul contrasto al cambiamento climatico, sulla necessità di una politica più vicina ai cittadini e ai loro bisogni, in particolare i giovani, e l’urgenza di rafforzare la democrazia parlamentare e di promuovere i valori europei. Con la pandemia di Covid-19 si adopera affinché il Parlamento europeo rimanga aperto, introducendo dibattiti e votazioni a distanza, primo parlamento al mondo a farlo. Sposato e padre di due figli, è stato il secondo presidente italiano del Parlamento europeo dopo Antonio Tajani da quando l’assemblea di Strasburgo viene eletta a suffragio universale. Il suo incarico sarebbe scaduto tra pochi giorni, la prossima settimana si terrà una riunione plenaria dell’Europarlamento, in seduta a Strasburgo, per eleggere il suo successore.

Ultime notizie