giovedì, 20 Gennaio 2022

Serie A, Gasperini e Allegri contro il passato: l’Inter affronta il Torino. Milan-Empoli senza Ibrahimovic

Dopo il rinvio di Udinese-Salernitana causa Covid, l'ultima giornata di serie A del 2021 si apre questa sera con Genoa-Atalanta e Juventus-Cagliari. L'Inter ospita il Torino mentre il Milan va ad Empoli. Assenze pesanti per Napoli e Lazio che perdono Insigne e Immobile per positività al tampone.

Da non perdere

Inizia oggi l’ultimo turno di serie A dell’anno valido per la 19esima giornata che pone fine al girone d’andata del campionato. L’Inter capolista, laureatasi campione d’inverno con una giornata d’anticipo, ospiterà il Torino; il Napoli affronterà lo Spezia mentre il Milan sarà di scena al Castellani contro un sorprendente Empoli. Da seguire il match tra Verona e Fiorentina che promette spettacolo mentre Udinese-Salernitana è stata rinviata a causa di alcuni casi di positività registrati tra le fila dei granata.

Si parte alle 20:45 con Genoa-Atalanta e Juventus-Cagliari. A Marassi il grifone, che non viaggia in acque tranquille considerato il terz’ultimo posto in classifica e le quattro sconfitte consecutive, cerca la prima vittoria in campionato da quando Shevchenko siede sulla panchina rossoblù ma troverà di fronte un’Atalanta, dell’ex Gasperini che ha guidato il Genoa dal 2006 al 2010, affamata e vogliosa di riscattare il pesante passivo subito in casa per mano della Roma e che l’ha fatta scivolare a -6 dalla vetta. Affronta il suo passato anche Massimiliano Allegri, centrocampista del Cagliari dal 1993 al 1995 e allenatore dal 2008 al 2010. La Juventus cerca conferme dopo la vittoria di Bologna; dall’altra parte gli uomini di Mazzarri stanno vivendo un momento decisamente negativo reduci da due 4 a 0 consecutivi contro Inter e Udinese e che hanno bisogno di ritrovare motivazioni per poter conquistare la salvezza.

Mercoledì alle 16:30 va in scena il derby emiliano tra Sassuolo e Bologna. Dopo aver fermato Milan, Lazio, Napoli e Juventus, la squadra di Dionisi vuole continuare a stupire ripartendo dal pareggio spettacolare del Franchi contro la Fiorentina e che ha lasciato l’amaro in bocca ai neroverdi, rimontati dai goal di Vlahovic e Torreira. Non vive un bel momento, invece, la squadra di Mihajlovic che proviene da tre sconfitte consecutive con Fiorentina, Torino e Juventus e che proverà a riscattarsi per tornare subito nella parte sinistra della classifica. Allo stesso orario la Lazio, priva del suo centravanti Ciro Immobile positivo al Covid e colpita da alcune voci che racconterebbero di una discussione tra Sarri e Milinkovic-Savic, fa visita al Venezia che, dopo la clamorosa rimonta subita dal Verona, ha fermato sul pareggio prima la Juventus e poi la Sampdoria.

Alle 18:30, Verona-Fiorentina è anche la sfida tra due dei bomber più prolifici di questo campionato: Vlahovic e Simeone. Il serbo è a quota 16 goal in vetta alla classifica marcatori e potrebbe superare il record di reti in un anno solare; l’attaccante gialloblù, invece, ha messo a segno 12 reti, di cui 8 al Bentegodi. La squadra di Tudor è reduce da due sconfitte consecutive contro Atalanta e Torino mentre i viola sono in striscia positiva da quattro partite. Allo stesso orario, l’Inter, già campione d’inverno dopo la larga vittoria sulla Salernitana, affronterà un Torino in ottima forma per cercare di mantenere il distacco di quattro punti sulle inseguitrici in vista di un calendario tutt’altro che agevole nei mesi di gennaio e febbraio; e per farlo dovrà rinunciare alla quantità e qualità di Nicolò Barella a centrocampo, squalificato dopo l’ammonizione nell’ultimo turno. In contemporanea si giocherà anche Roma-Sampdoria, due squadre rinate dopo i rispettivi periodi negativi: si attendono conferme dai giallorossi dopo la prestazione perfetta di Bergamo dove hanno schiacciato 4 a 1 l’Atalanta; i blucerchiati, invece, hanno svoltato dopo la vittoria nel derby nonostante le difficoltà societarie. Per Mourinho sarà anche una partita particolare perché nel 2010 fu proprio la Sampdoria a fermare all’Olimpico la Roma di Ranieri permettendo alla sua Inter di raggiungere il primo posto in classifica.

La 19esima giornata si chiude alle 20:45 con Empoli-Milan e Napoli-Spezia. Dopo il pareggio con l’Udinese e la sconfitta interna contro il Napoli, i rossoneri, decimati dagli infortuni ai quali si aggiunge anche quello di Ibrahimovic, sono chiamati a rialzare la testa per non perdere il contatto con la vetta e le ambizioni di vittoria finale ma non sarà facile in quanto dovranno affrontare un Empoli sorprendente e che meritatamente si trova al nono posto in classifica a quota 27 punti. Contemporaneamente, al Maradona di Napoli, gli azzurri devono dare continuità alla vittoria fondamentale di San Siro ma per l’occasione Spalletti perde anche Insigne, positivo al tampone molecolare effettuato questa mattina. Allo Spezia, reduce dal pareggio interno contro l’Empoli, invece, potrebbe non bastare una miracolosa vittoria o una buona prestazione per salvare Thiago Motta dall’esonero.

 

Ultime notizie