martedì, 25 Gennaio 2022

Serie A, prova di forza della Roma a Bergamo. Morata e Cuadrado regalano la vittoria alla Juventus

Nel sabato della 18esima giornata di serie A, una Roma perfetta espugna il Gewiss Stadium di Bergamo battendo l'Atalanta per 4 a 1 nel segno di Abraham. Nella fitta nebbia del Dall'Ara, invece, i bianconeri si impongono 2 a 0 sul Bologna con reti di Morata e Cuadrado.

Da non perdere

Il sabato della 18esima giornata di serie A, che si è aperta ieri con le vittorie di Lazio e Inter contro Genoa e Salernitana, presenta subito uno dei due big match in programma: quello tra l’Atalanta e la Roma di Mourinho e prosegue con la sfida tra Bologna e Juventus nell’attesa del match in chiave salvezza tra Cagliari e Udinese di questa sera.

Alle 15:00, una Roma sorprendente dal punto di vista dell’organizzazione e della motivazione schiaccia l’Atalanta con un roboante 4 a 1 al Gewiss Stadium di Bergamo. Già dal primo minuto di gioco i giallorossi fanno capire di voler ottenere i tre punti a tutti i costi: Abraham si incunea in area, vince un contrasto con Djimsiti e la sua conclusione, ribattuta da Hateboer, termina alle spalle di Musso. Il tema della gara è chiaro perché la Dea fa la partita, la Roma riparte ed è proprio grazie ad un contropiede che arriva il raddoppio: al 27′ doppio scambio tra Zaniolo e Veretout, l’ex Inter entra in area, difende palla e trafigge il portiere atalantino con una conclusione rasoterra. Allo scadere della prima frazione la squadra di Gasperini la riapre con un tiro di Muriel, subentrato a Djimsiti al 34′, sul quale è determinante la deviazione di Cristante. Nella ripresa i padroni di casa mettono a segno la rete del 2 a 2 ancora con un autogoal del centrocampista giallorosso ma questa volta l’arbitro ferma tutto per fuorigioco di Palomino. È il preludio all’estasi romanista: gli uomini di Mourinho dilagano prima con la zampata di Smalling sugli sviluppi di un calcio di punizione al 72′ minuto, poi con la doppietta di Abraham che all’82’ raccoglie una palla vagante in area e lascia partire un tiro beffando Musso per la quarta volta. L’Atalanta scivola a sei punti di distacco dall’Inter capolista mentre la Roma rilancia le proprie ambizioni europee portandosi a 31 punti in classifica.

Alle 18:00, nella fitta nebbia del Dall’Ara di Bologna, la Juventus riscatta il pareggio di Venezia imponendosi per 2 a 0 sulla squadra di Mihailovic. La sbloccano subito i bianconeri che al 6’minuto vanno in goal con il solito Morata, alla quinta rete del suo campionato: ripartenza perfetta, passaggio in verticale di Bernardeschi che passa sotto le gambe di Theate e trova l’attaccante spagnolo, bravo a girare in porta e battere Skorupski. Il Bologna reagisce grazie alla qualità dei suoi interpreti offensivi: infatti da un’iniziativa di Arnautovic nasce l’occasione migliore per i padroni di casa con Svanberg che sfiora il palo su rovesciata. Nella ripresa i rossoblù vanno ancora vicino al pareggio con Dominguez che, servito da un’imbucata in area di Soriano, trova la pronta risposta di Szczesny sul primo palo. Al 69′ minuto ci pensa Cuadrado a portare i bianconeri sul doppio vantaggio: il colombiano, da posizione defilata, lascia partire un tiro che beffa l’estremo difensore avversario anche a causa di una deviazione di Hickey. Grazie al successo, la squadra di Allegri aggancia la Roma al quinto posto e accorcia le distanze dall’Atalanta nell’attesa di conoscere il risultato della sfida tra Milan e Napoli.

 

Ultime notizie