mercoledì, 5 Ottobre 2022

Serie A, pareggio spettacolare tra Fiorentina e Sassuolo: 2-2. Il Venezia ferma la Sampdoria. Juric batte l’ex Verona

Fiorentina e Sassuolo danno spettacolo nel pareggio per 2 a 2 del Franchi. Spezia ed Empoli non vanno oltre l'1 a 1 e con lo stesso risultato il Venezia ferma la Sampdoria. Vittoria di misura del Torino sul Verona.

Da non perdere

Dopo le vittorie di Roma, Juventus e Udinese negli anticipi del sabato, il lunch match tra Fiorentina e Sassuolo inaugura la domenica della 18esima giornata di serie A, caratterizzata da sfide delicate in chiave salvezza come quella dello Spezia impegnato in casa contro l’Empoli e quella tra Sampdoria e Venezia. TorinoVerona è il preludio al big match di serata tra Milan e Napoli.

Alle 12:30, al Franchi di Firenze va in scena una partita spettacolare, ricca di goal ed occasioni, tra i viola e il Sassuolo, terminata sul 2 a 2. Dopo aver battuto la Lazio, la squadra di Dionisi si conferma mina vagante del campionato e dà dimostrazione della sua forza portandosi sul doppio vantaggio: al 32′ Scamacca, dopo aver ricevuto palla al limite dell’area, trafigge Terraciano con un diagonale rasoterra preciso; al 37′ è Frattesi a raddoppiare con il quarto goal del suo campionato finalizzando al meglio una ripartenza perfetta dei neroverdi. Al termine della prima frazione i padroni di casa vanno vicino per due volte a togliere lo zero dalla casella del risultato ma i tentativi di Milenkovic vengono fermati solo da un Consigli strepitoso. Nella ripresa, però, la rimonta degli uomini di Italiano si concretizza: al 51′ Vlahovic, servito in profondità, non sbaglia eguagliando così il record di Ronaldo di 33 reti in un anno solare; Torreira al 61′ ristabilisce l’equilibrio grazie ad un tap in facile facile dopo una serie di rimpalli in area. L’espulsione di Biraghi non permette alla Fiorentina di cercare l’arrembaggio finale ma il pareggio porta i viola a pari punti con Roma e Juventus.

Alle 15:00, al Picco Spezia ed Empoli si sfidano per la prima volta in serie A con la squadra di Thiago Motta che raccoglie un punto importante in chiave salvezza mantenendo una distanza di tre punti dalla zona retrocessione. Il match termina 1 a 1 e sono proprio i padroni di casa a sbloccare il risultato: al 50′ minuto Reca scappa al diretto marcatore sulla fascia e crossa in area, Maggiore sfiora la palla che carambola su Marchizza e finisce in rete. La squadra di Andreazzoli pareggia i conti al 71′ con un altro autogoal: cross di Zurkowski, Nikolaou anticipa Cutrone ma la palla finisce sfortunatamente in rete beffando Provedel. Al 75′ l’arbitro concede un calcio di rigore ai toscani per fallo di mano di Amian ma il Var segnala l’errore e annulla tutto. Al triplice fischio le due squadre si dividono la posta conquistando un punto a testa.

Alle 18:00, Sampdoria e Venezia si dividono la posta in una sfida delicata in ottica salvezza terminatacon il risultato di 1 a 1. I blucerchiati non sono riusciti a ripetersi dopo la vittoria fondamentale nel derby contro il Genoa che ha ricompattato l’ambiente nonostante le difficoltà societarie. Gli uomini di D’Aversa sbloccano subito il risultato al primo minuto con il quarto goal in campionato di Gabbiadini: Caputo serve l’attaccante in area che in caduta riesce a battere Romero. La beffa arriva nel finale quando il Venezia trova il pareggio: all’87’ Henry si inventa un tiro che si insacca all’angolino.

Allo stesso orario, il Torino di Juric si impone 1 a 0 sul Verona, ex squadra dell’allenatore croato. Per i granata è la seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta ai danni del Bologna mentre la squadra di Tudor cade ancora dopo la sconfitta interna contro l’Atalanta. La partita svolta al minuto 25′ quando Magnani si fa espellere per una trattenuta al limite dell’area su Sanabria: ne consegue una punizione sugli sviluppi della quale la palla arriva sul destro di Pobega, bravo a freddare Montipò.

Ultime notizie