mercoledì, 8 Dicembre 2021

Assalto a Capitol Hill, chiesta condanna di 4 anni per lo “sciamano”. Bocciato il ricorso di Trump

Chiesta condanna di 4 anni per lo sciamano protagonista dell'assalto a Capito Hill. Bocciato anche il ricorso di Trump sulla divulgazione di documenti.

Da non perdere

Il Dipartimento di Giustizia statunitense ha chiesto che lo sciamano protagonista dell’assalto a Capitol Hill il 6 gennaio 2021, venga condannato a una pena detentiva di oltre quattro anni.

La richiesta dei Procuratori ha valutato severamente l’episodio compiuto da Jacob Chansley, l’uomo dal look bizzaro considerato “letteralmente, il portabandiera” della rivolta. Nella richiesta di condanna al Giudice presentata martedì sera, è stato infatti chiarito che si spera che la sentenza di Chansley faccia da esempio e venga usata per scoraggiare futuri attacchi al Governo.

Il tentato colpo di stato, hanno scritto i Procuratori, “ci ha fatto mettere in discussione la sicurezza del Paese in cui viviamo. Questi enormi danni, causati dagli atti di questo imputato, devono essere scoraggiati in modo da non vedere mai più un simile assalto alla nostra democrazia”. I procuratori hanno inoltre giustificato la severità nei confronti di Chansley con il fatto che l’uomo nei mesi precedenti all’assalto si era impegnato nel disseminare disinformazione riguardo la campagna elettorale di Joe Biden. Chansley, in carcere da quasi 10 mesi, sarà condannato mercoledì prossimo dal giudice federale Royce Lamberth della Corte distrettuale di Washington, e sarà uno dei primi imputati ad essere interpellato.

Nel frattempo è stato anche bocciato il ricorso di Donald Trump che aveva fatto causa alla Commissione Parlamentare per bloccare la divulgazione dei documenti richiesti riguardo l’indagine sull’assalto. L’ex Presidente non potrà quindi più avvalersi del suo privilegio esecutivo per mantenere segreti i documenti della Casa Bianca relativi al suo presunto tentativo di ribaltare il risultato delle elezioni presidenziali del 2020.

 

Ultime notizie