mercoledì, 8 Dicembre 2021

Rimane incastrato con la mano in un ingranaggio: operaio 21enne perde 6 dita

Intorno alle 6 di questa mattina, nel magazzino del corriere Dhl all'Interporto di Bentivoglio, a Bologna, un operaio italiano di 21 anni ha perso sei dita, rimaste schiacciate in un ingranaggio.

Da non perdere

Intorno alle 6 di questa mattina, nel magazzino del corriere Dhl all’Interporto di Bentivoglio, a Bologna, un operaio italiano di 21 anni ha perso sei dita, rimaste schiacciate in un ingranaggio. Solo poche settimane fa si era verificato un altro infortunio sul lavoro che ha portato alla morte del 22enne della Guinea Yaya Yafa, rimasto incastrato tra un mezzo pesante ed una ribalta. Secondo una prima ricostruzione, l’operaio italiano era nel blocco 9.4 della Dhl intento nel sostituire una catena del rullo di smaltimento pacchi. Quest’ultimo, improvvisamente – si stanno ancora accertando le cause – ha ricominciato a girare e gli ha tranciato le dita. Sul posto il 118, che lo ha portato all’Ospedale Maggiore di Bologna, i Carabinieri di Molinella e i funzionari della Medicina del Lavoro.

Quest’ennesimo infortunio sul lavoro conferma ancora di più quanto sia precaria, se non a volte proprio inesistente, la sicurezza sul lavoro. “Qualche settimana fa, durante un incontro, avevamo fatto presente ad un Responsabile e all’Rls del magazzino in oggetto il rischio che i lavoratori correvano lavorando con quei ritmi; ovviamente nessun intervento, nessuna precauzione adottata” – queste le parole del sindacato di base Si Cobas che dalle ore 20 di questa sera annuncia l’inizio di una protesta in tutti i magazzini Dhl.

Ultime notizie