sabato, 4 Dicembre 2021

Maltempo, sensibile peggioramento tra domani e sabato: Sicilia stato d’emergenza regionale

La situazione metereologica in Sicilia e Calabria non sembra migliorare. Previsti piogge, raffiche di vento e temporali. In Sicilia, Musumeci ha deliberato lo stato d'emergenza regionale.

Da non perdere

La situazione metereologica in Sicilia e Calabria non sembra migliorare. Attesi piogge, vento e temporali nelle giornate di domani, venerdì e sabato. Sulla base dei fenomeni previsti è stata annunciata allerta arancione per rischio idraulico, rischio idrogeologico e rischio temporali, per domani, giovedì 28 ottobre, sulla Sicilia orientale, mentre l’allerta gialla sui settori estremi della Calabria, sul resto della Sicilia e sul settore orientale della Sardegna.

Il Capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio in merito alla situazione siciliana: “L’evento non è finito. Adesso c’è un momento che sembra di attenuazione. I nostri modelli meteo ci dicono che l’evento tornerà. Noi stiamo facendo ciò che si deve fare in questi casi. Diciamo ai cittadini di mantenere alta l’attenzione, di seguire le indicazioni delle autorità perché si aspettano in questa area delle ore che possono essere complicate. I valori parlano chiaro. Qua sono caduti millimetri di pioggia impressionanti. Gli eventi sono stati moto puntuali. Pensiamo che quei 600 millimetri che sono stati registrati in alcuni casi siano molto chiari rispetto all’impatto che c’è stato sul territorio: eventi intensi e improvvisi su un territorio che ha molte criticità”.

In Sicilia, lo stato d’allerta per il maltempo è alto e il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha disposto la chiusura degli uffici regionali della città e della provincia di Catania per la giornata di oggi e giovedì. Musumeci, infatti, ha deliberato lo stato di emergenza regionale e ha chiesto al governo centrale il riconoscimento dello stato di calamità nazionale. Per il nubifragio che si è abbattuto ieri su Catania e provincia un uomo di 53 anni è morto a Gravina di Catania, travolto da acqua e fango dopo essere uscito dalla sua auto, forse dopo un incidente stradale e al momento i militari e mezzi dell’esercito sono impegnanti nell’opera di soccorso e messa in sicurezza di Scordia, il paese della Piana di Catania tra i più colpiti dal nubifragio dove è morta una persona e la moglie risulta ancora dispersa.

Inoltre, su Twitter, sul profilo ufficiale della Commissione europea si legge: Il nostro pensiero va a tutte le persone colpite dalle devastanti alluvioni in Sicilia. Sulla base di una richiesta di mappatura satellitare di emergenza pervenuta dall’Italia, il nostro Centro di coordinamento della risposta alle emergenze ha attivato il sistema Copernicus. L’Unione europea è pronta a fornire assistenza”.

Ultime notizie